Un nuovo spazio verde a Firenze: ecco dove

Gli alberi piantati rispettano la continuità paesaggistica ed ecologica tra il tessuto urbanizzato e il parco

Dentro la Manifattura Tabacchi è nato un nuovo spazio verde. In totale saranno oltre 300 gli alberi che saranno piantati entro il 2022 negli spazi rigenerati dell’ex-fabbrica.

Platani, ciliegi, salici, frassini, alberi di Giuda inviteranno il visitatore alla scoperta di un percorso ombreggiato e sinuoso tra gli alberi, segnato dai toni brillanti dei vasi decorati a mano. La scelta è stata effettuata in base alla capacità delle piante di crescere in autonomia e benessere in questi spazi industriali una volta privi di verde, al fine di aumentare vivibilità e comfort degli spazi pubblici di Manifattura e contribuire alla riqualificazione del complesso.

La selezione ha privilegiato le specie già presenti nel Parco delle Cascine per garantire la continuità paesaggistica ed ecologica tra il tessuto urbanizzato e il parco.

Il design del progetto è stato realizzato dal Alberto Giuntoli con Susanna Stigler e Celeste Gonnella, le decorazioni da Valentina e Martina Corsi. La realizzazione è stata a cura di Cooperativa Cristoforo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Informazioni utili

La Radura è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 20:30. L’ingresso è da via delle Cascine n. 35.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

  • Coop: chiusi la domenica tutti i punti vendita fino a metà aprile

Torna su
FirenzeToday è in caricamento