Estella Caprotta, 107 candeline per il suo compleanno: la festa a San Casciano

Da Buenos Aires alla Toscana, la sua vita è una finestra sul mondo

Villa San Martino il 13 gennaio ospiterà un compleanno speciale, quello di Estella Caprotta 107 anni e tanta vitalità. Il Chianti renderà omaggio allo straordinario percorso di vita di Estella, stella di nome e di fatto, in quanto a 106 anni ha recitato nel ruolo di coprotagonista del film La Famiglia Addams diretto da Erwin Dorigo (il film sarà proiettato al cinema Teatro Everest di San Casciano tra qualche settimana). 

Alla festa parteciperanno anche la direttrice Simona Masini, l’amministratore delegato Niccolò Sborgi, il sindaco Roberto Ciappi, l’assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti, gli ospiti e tutto il personale di Villa San Martino.

La vita di Estella Caprotta

Figlia di un architetto e di una sarta che negli anni ’50 gestiva un famoso atelier che ha vestito alcune delle dive del cinema italiano come Sofia Loren e Gina Lollobrigida, Estella non si è mai sposata, ha dedicato la propria vita al lavoro, dividendosi tra Buenos Aires dove è nata Firenze e Livorno. Ha visto due guerre e vari regnanti e capi di stato che si sono susseguiti nel corso del secolo. Estella ha conseguito la sesta elementare, ha lavorato nelle reception di alcune delle più importanti strutture alberghiere della Toscana, nonostante il peso degli anni, non fa fatica a ricordare i particolari del proprio vissuto. “Andavo sempre a piedi, qualche volta prendevo la filovia per spostarmi da un luogo all'altro – aggiunge – ricordo l’arrivo degli americani, durante il secondo conflitto mondiale, giunsero all’albergo dove lavoravo e per me fu come una festa, erano persone educate, dal profondo senso civico, con loro ci sentimmo liberi e protagonisti del nostro percorso”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono emozionato all’idea di celebrare domani Estella – ha commentato il sindaco Roberto Ciappi - una donna forte e aperta che ha avuto una vita avventurosa, dall’Argentina alla Toscana, prima Livorno poi Firenze, cresciuta insieme ai genitori e alle due sorelle. Una vita che è stata una finestra sul mondo, caratterizzata da viaggi, professioni e conoscenza di luoghi e contesti internazionali di cui ancora incredibilmente rievoca i momenti salienti. Una rara testimonianza di vita che rileva l’importanza delle relazioni umane e del contatto con la cultura di paesi diversi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, maxi-multa all'automobilista romantico: "Sto andando dalla mia fidanzata, mi manca"

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: morto il primo medico fiorentino

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

  • Effetto Coronavirus, Comune di Firenze a rischio default: "resta liquidità per tre mesi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento