Salute: da Amazon e Google la nuova sfida per il sistema sanitario nazionale

I giganti del web pronti ad offrire servizi sanitari grazie al possesso dei dati degli utenti e ad una enorme disponibilità finanziaria

Foto d'archivio

Le nuove tecnologie, dalle terapie personalizzate con l'ingegneria genica alle applicazioni dell'intelligenza artificiale, stanno già rivoluzionando la salute dei cittadini italiani. Ma l'ondata impetuosa dell'innovazione nasconde anche grossi "rischi" che il Sistema sanitario nazionale deve prepararsi ad affrontare e gestire, se non vuole consegnare l'Italia ad un futuro in cui la sanità sarà caratterizzata da una serie A efficiente e tecnologica, ma riservata a pochi. Le web company hanno accesso ai dati di milioni di pazienti e presto offriranno servizi sanitari su misura. La rivoluzione sanitaria 4.0 richiede attenzione e coraggio da parte di un servizio nazionale già alle prese con pochi fondi, pochi medici, una popolazione sempre più anziana e fragile: è questo il messaggio lanciato dal Forum Sistema Salute che si è aperto ieri mattina alla Stazione Leopolda.

"La rivoluzione digitale offre cure e servizi sanitari su misura alle persone, anche attraverso l'abito o l'orologio. Con l'intelligenza artificiale e la domotica la casa si adatta ai bisogni del paziente - ha detto l'organizzatore del Forum, Giuseppe Orzati -. Il Sistema sanitario nazionale deve trasformarsi profondamente per rispondere anche alle spinte che arrivano dalle grandi web company, come Amazon e Google, che stanno entrando nel sistema della salute grazie alla loro capacità di conoscere con precisione i bisogni delle persone che, insieme ad una enorme disponibilità finanziaria, le mette in grado di rispondere in modo preciso ai bisogni delle persone. Se il Sistema sanitario nazionale non vuole essere spiazzato deve cambiare profondamente e questo Forum è un laboratorio per il cambiamento".

Diseguaglianze che già oggi esistono tra le regioni italiane, come ha sottolineato Daniela Bianco, partner e responsabile Area Health Care di The European House-Ambrosetti: "L’aspettativa di vita alla nascita va dagli 84 anni del Trentino Alto Adige agli 81,3 della Campania. E la spesa sanitaria pro capite è di 2.720 euro in Liguria, ma cala fino a 1.756 in regioni come Puglia". Tra gli obiettivi da perseguire per abbattere le differenze e migliorare lo stato di salute dei cittadini, Daniela Bianco individua anche il superamento dell'anzianità della popolazione medica: in Italia, il 54,5% dei medici ha più di 55 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Incendio al ponte all'Indiano, ripercussioni sul traffico / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento