Prevenzione, tumore della pelle: visite dermatologiche gratis

Il progetto avviato dalla Fondazione Ant prevede consultazioni gratuite per i cittadini

Prevenzione è la parola d'ordine, e anche quest’anno la Fondazione Ant organizza un programma di prevenzione oncologica gratuita per i cittadini residenti nel Comune di Scandicci.  Attraverso una nota l'associazione comunca che si parte con due giornate di Progetto Melanoma: 60 visite dermatologiche gratuite per la diagnosi precoce dei tumori della cute, che si terranno il 16 maggio negli studi medici della Farmacia Comunale n.2 in via Giotto 65 b, e il 23 maggio presso gli Ambulatori della Farmacia Comunale n.8, in via della Pace Mondiale 86, a Scandicci.

Seguiranno poi nel mese di ottobre altre due giornate di Progetto melanoma e una giornata di Progetto mammella dedicata alle donne sotto i 45 anni. Anche quest’anno le visite sono state rese possibili dalla collaborazione e dal sostegno economico di Farmanet Farmacie Comunali di Scandicci e del Comune di Scandicci. Per prenotarsi sarà necessario telefonare dal giorno 8 al 14 maggio al numero 3490693571 dalle 9,30 alle 13, esclusi weekend e fino ad esaurimento posti.

I progetti di prevenzione oncologica Ant, attivi su tutto il territorio italiano, offrono ogni anno oltre 20.000 controlli gratuiti per la diagnosi precoce di diverse patologie tumorali.

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019: i nuovi locali a Firenze da provare

  • Pitti Uomo, 5 eventi da non perdere

  • Dragon Fly, il primo locale steampunk di Firenze

  • Pitti: tra i vip in città anche Stefano De Martino e Taylor Mega

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Calcio storico 2019, seconda semifinale: i Bianchi vincono contro gli Azzurri ai 'supplementari' / FOTO

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

  • Ristorazione nel caos: bancarotta e fallimenti, guai per 7 noti ristoranti

  • Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

Torna su
FirenzeToday è in caricamento