Apre il ristorante Da' Pescatore all'interno dell'Hotel Sina Villa Medici

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Daniele Pescatore torna sulle scene fiorentine e lo fa in grande stile, aprendo il Ristorante Da' Pescatore in un prestigioso palcoscenico come quello dell'Hotel Sina Villa Medici Autograph Collection. Lo chef partenopeo ha trovato nel Villa Medici un contesto di livello, dove proseguire il lavoro iniziato in Piazza del Carmine, che gli aveva permesso di raccogliere unanimi consensi da parte del pubblico e della stampa. Nel fine dining della struttura a 5 stelle si potrà degustare la sua raffinata cucina di pesce, definita da molti critici la migliore della città. Oltre al Da' Pescatore, lo chef curerà tutta l'offerta F&B dell'hotel, che molto presto sarà arricchita con un'altra importante novità, e l'area banqueting. Lo chef, parlando del nuovo progetto, si dimostra euforico: «L'unica cosa che è realmente cambiata dalla mia ultima esperienza, in piazza del Carmine, è la location. Il nome, lo staff, il menù, ma soprattutto i miei piatti forti sono rimasti gli stessi. Anche io sono ancora lo stesso, ma più sicuro e consapevole del mio potenziale, grazie a questo importante cambiamento e al rapporto che si è instaurato con la proprietà. Volevo una struttura di alto livello in centro città, esclusiva e al tempo stesso facilmente raggiungibile: all’Hotel Sina Villa Medici posso dire di averla finalmente trovata. Ambivo a portare il mio ristorante all'interno di un hotel 5 stelle e l’incontro con proprietari del Gruppo Sina Hotels, Bernabò Bocca e la sorella Matilde Bocca Salvo, è stato decisivo. Dopo aver degustato i miei piatti si è subito creata la giusta sintonia. Il ristorante è proprio ciò che cercavo, un contesto adeguato alla mia cucina. Ogni volta che attraverso la veranda a bordo piscina mi sembra di sognare a occhi aperti, ho l’impressione che la mia Napoli si sia trasferita a Firenze! Al mio fianco in questa nuova avventura ho la mia brigata: un gruppo coeso di persone fidate, grazie alle quali posso concentrarmi totalmente sulla cucina e sui miei ospiti». Il menù dello chef napoletano è come sempre un'ode al pesce, il protagonista indiscusso del menù: il meglio del pescato verrà declinato in una molteplicità di portate che, grazie a cotture rapide e accostamenti bilanciati, lasceranno la scelta all'ospite di dilettarsi con proposte più audaci o con la golosità degli intramontabili classici della cucina italiana. La carta, in pieno stile Daniele Pescatore, non rispetterà la classica suddivisione tra antipasti, primi e secondi, ma metterà in primo piano la materia prima protagonista del piatto e la cottura con cui viene proposta.

D'accordo con la proprietà lo chef ha voluto poi inserire dei piatti fuori carta dedicati alla manzetta prussiana, con tre piatti simbolo della cucina del nostro Paese: la tartare, la genovese e la bistecca alla brace. Saranno due le proposte di degustazione a disposizione, una da 5 portate e l'altra da 7, pensate per dare “carta bianca” allo chef e lasciarlo così libero di “raccontarsi” al meglio.

Daniele Pescatore definisce così la sua cucina: «I miei piatti sono senza alcun dubbio frutto di ricerca e sperimentazione, di ore passate con la mia brigata a provare e riprovare per ottenere il massimo risultato. In questo le esperienze all'Albereta da Gualtiero Marchesi e da Ferran Adrià a El Bulli, sono state indispensabili. Da buon napoletano credo che la semplicità e il gusto siano i fondamenti di una grande cucina, così come la leggerezza e l'eleganza, proprio per questo cerco di esaltare al massimo la materia prima protagonista del piatto senza mortificarla con cotture eccessive o con accostamenti azzardati e non perfettamente calibrati. La mia è una cucina d'impatto, di gusto, pur rimanendo sempre piacevole e armoniosa.»

L'HOTEL SINA VILLA MEDICI

Dopo la recente ristrutturazione durata 9 mesi, il prestigioso Sina Villa Medici si presenta nuovo e splendente. I lavori hanno interessato l’intero albergo nel rispetto del fascino e della storia di un palazzo che ha attirato numerose personalità illustri nel corso degli anni. Le camere sono dotate di parquet, mobili in stile moderno, tessuti nelle tonalità dei grigi che si abbinano ai colori riposanti delle pareti; TV a partire da 42 pollici, prese USB e luci distribuite per creare atmosfera negli ambienti; un nuovo look è stato adottato anche nei bagni, tutti completamente rinnovati. Quasi tutte le camere dispongono di balcone o terrazza con vista sul lussureggiante giardino privato dell’hotel e sui monumenti di Firenze. Al piano terra la hall, la galleria ed il lounge bar sono stati arricchiti con pezzi di modernariato tra cui spiccano le belle opere fotografiche che rappresentano Caterina de’ Medici e alcuni dettagli della quadreria degli Uffizi, create appositamente per il Sina Villa Medici dall’artista Marco Lanza. La cornice dell’hotel rimane l’impareggiabile oasi verde con il suo giardino e piscina, pur trovandosi nel centro di Firenze. Da' Pescatore – Hotel Sina Villa Medici Autograph Collection Via Il Prato, 42 - 50123 Firenze Tel.+39 0552771891 Aperto solo a cena da lunedì a sabato - Orario: dalle 19.30 alle 22.30 E-mail: sinavillamedici@sinahotels.com Sito internet hotel: www.sinahotels.com/it/h/sina-villa-medici-firenze/ Il ristorante non è in ZTL. Di fronte alla struttura è presente un parcheggio/garage a pagamento

I più letti
Torna su
FirenzeToday è in caricamento