Apre Nu Ovo: primo ristorante con menù a base di uova

Una nuova esperienza culinaria in città 

Apre venerdì 20 ottobre a pranzo il primo ristorante in città con un intero menù dedicato alle uova, quelle buone, biologiche, rigorosamente toscane. Anche gli ingredienti che le accompagnano denotano una particolare attenzione alle genuinità, così come il pane e le focacce con lievito madre e farine integrali bio sfornati da Mirco Malevolti, giovanissimo chef venticinquenne, che punta cosí a rivoluzionare il panorama gastronomico fiorentino offrendo un'esperienza culinaria alla portata di tutti (la spesa per un pranzo si aggira sui 20 euro) in un ambiente nuovo, accogliente ed elegante allo stesso tempo.

Il locale si trova in via del Proconsolo, accanto al Bargello, in una magnifica sala con affreschi dell'800 annessa al Grand Hotel Cavour. Il sales manager Francesco Pozzi, che gestisce anche l'hotel, spiega come la filosofia del locale sia quella di permettere sia ai fiorentini sia ai turisti di assaggiare piatti nuovi e classici in chiave rivisitata in un ambiente rilassante e con pochi coperti, circa 30 tra cui un social table in cui potersi conoscere, con attenzione sia alla valorizzazione e presentazione dell'uovo, che al servizio rapido e attento. 

Al momento l'orario di apertura del ristorante sarà solo a pranzo, dalle 12.30 alle 15. Sul menù, dagli antipasti ai dolci, si trovano piatti in cui l'uovo è protagonista indiscusso e altri in cui la sua presenza è marginale. Ce n'è per tutti i gusti, dalle rivisitazioni di grandi classici come i Mugellanuovo, ravioli mugellani di pasta fresca all'uovo in cui il ripieno e il condimento sono invertiti, alla carbonara dolce Stil Nu Ovo, ai tegamini in cui l'uovo è accompagnato da ingredienti come zucca, caprino ed erbette o dalla pomarola della nonna. Troviamo poi vari tipi di uova in camicia, ottimi piatti come la Tartare e il Farm Burger di Chianina IGP, per arrivare fino ai dolci. Insomma, come troverete scritto sul menù, una "lovely eggsperience" che conquisterà palato e occhi. Un' esperienza culinaria, presente solo a Milano e Roma, che colma una lacuna nel panorama della ristorazione cittadina.

La direzione del locale ha in mente anche un colpo scenografico a fine pasto: un giro turistico sulla splendida terrazza che si affaccia su tutti i principali monumenti fiorentini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Sylvie Lubamba: “Sono in crisi, ho chiesto il reddito di cittadinanza" 

  • 'Miss Nonna Italiana 2019': premiata anche una fiorentina

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Parcheggi sulle strisce blu: “Dal 2020 gratis per i residenti in tutte le Zcs”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento