Vendita Villa di Rusciano, Grassi e De Zordo: “Sostegno ai cittadini”

I consiglieri comunali De Zordo e Grassi: "Sostegno ai cittadini che si oppongono alla vendita e propongono alternative" contro l'alienazione della Villa di Rusciano

Villa di Rusciano

Oggi il Consiglio comunale voterà lo stralcio della variante collegata al bilancio che eliminerebbe il vincolo pubblico rendendo possibile un utilizzo privato, anche di tipo alberghiero, della villa di Rusciano a Gavinana. I cittadini da tempo si sono mossi per far sì che l’immobile rimanesse pubblico, grazie ad una raccolta firme, contro l’intenzione di Palazzo Vecchio di alienare l’immobile secolare.

In prima linea con i residenti i consiglieri comunali di Sel e  Perunaltracittà Tommaso Grassi e Ornella De Zordo: “Sosteniamo i cittadini che si oppongono alla vendita della magnifica villa di Rusciano e che chiedono che il Comune ripensi all'alienazione del bene a favore di soluzioni alternative che gli stessi residenti stanno ipotizzando per la salvaguardia del pregiato complesso”.

“Vendere il patrimonio del Comune per far cassa è una scelta sbagliata; in questo caso sarebbe anche una perdita grande rispetto al patrimonio comunale (cioè di tutta la collettività) e un rischio per la conservazione dell'intero complesso, visto che si vuole vendere la villa e una porzione di terreno di pertinenza della casa ex rurale. Il resto, cioè il magnifico parco, rimarrebbe pubblico, vale a dire manutenuto a spese dell'amministrazione comunale a tutto vantaggio del futuro proprietario della villa che ne beneficerebbe in pieno”.
 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via del Pergolino: sgombero della ex clinica, strada chiusa

  • Cronaca

    Lastra a Signa: incendio nella notte, due donne intossicate dal fumo

  • Cronaca

    Anziani maltrattati in una struttura: la denuncia dei dipendenti

  • Politica

    Genitori di Renzi ai domiciliari: a breve l'interrogatorio

I più letti della settimana

  • "Quattro ristoranti": la trattoria che ha detto "no" allo chef Borghese

  • Tramvia: linea 2 strapiena, la protesta di un fiorentino

  • Tragedia a Calenzano: 21enne muore in polisportiva

  • Incendio all'Uci Cinemas di Campi Bisenzio: evacuate 1200 persone

  • Morto Salvatore Spera: il re della pizza a Firenze

  • Tramvia, la Soprintendenza: “La linea per Bagno a Ripoli così non si può fare”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento