Vaccini, Rossi: “Se il governo rinvia l'obbligo approveremo legge regionale”

L'annuncio del presidente della Toscana

E' ancora polemica sui vaccini, dopo l'annuncio del governo del rinvio di un anno, cioè da quest'anno all'anno scolastico 2019-'20, dell'obbligo di presentare i certificati vaccinali per l'iscrizione alle scuole dell'infanzia e agli asilo nido.

Un rinvio contro il quale si è già espressa nelle scorse settimane l'assessore regionale toscana alla salute Stefania Saccardi, alle cui parole si aggiungono quelle odierne del presidente della Regione Enrico Rossi.

“In Toscana avevamo già predisposto una legge per la copertura vaccinale. Poi è venuta legge nazionale e l'abbiamo tenuta ferma”, ha detto questa mattina Rossi, intervistato a Radio anch'io, su Radio 1. Rossi ha poi confermato la volontà, in caso di conferma del rinvio dell'obbligo vaccinale, di approvare una legge regionale che invece lo preveda.

Il presidente della Toscana ha annunciato anche un possibile ricorso alla Corte Costituzionale contro il rinvio: “Valuteremo bene. Se ci sono le condizioni faremo ricorso e approveremo la nostra legge, che riconferma l'obbligatorietà”.

Sul rinvio dell'obbligo si è aperto un vero scontro tra il governo e diverse Regioni che chiedono di confermare l'obbligo vaccinale a partire da quest'anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento