Tramvia, linee 2 e 3: rimane tutto fermo. "Il Comune non può fare niente"

L'assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi ha fatto il punto in Consiglio comunale. "L'opera è bloccata da quasi trenta mesi per colpa delle aziende cui il concessionario aveva affidato i lavori"

I mille giorni promessi dal sindaco Renzi per la costruzione della tramvia tra Peretola e la stazione di Santa Maria Novella oramai sono un traguardo irraggiungibile. Una verità riconfermata oggi all’interno del Consiglio di Palazzo Vecchio quando è stato fatto il punto sulla situazione e sulle responsabile dello stallo delle linee 2 e 3. E’stato l’assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi a ripercorrere la vincenda spiegando anche come, di fatto, il Comune abbia le mani legate e non gli si possano attribuire responsabilità di alcun genere per i ritardi.

 “Il 30 settembre è scaduto il termine per la presentazione per le domande di interesse  - ha spiegato Bonaccorsi - per acquisire ramo d’azienda Impresa spa dopo le difficoltà incontrate dai precedenti ‘costruttori’, BTP spa prima e Consorzio Etruria dopo. Anche Impresa spa però ha dovuto fare i conti con difficoltà finanziarie tanto che nel marzo 2013 è stata chiesta l’ammissione al concordato preventivo. A luglio è scattata l’amministrazione straordinaria ed è stato nominato un commissario liquidatore che ha chiesto l’accesso alla legge Marzano. La situazione è questa: ad oggi non è arrivata all’Amministrazione nessuna comunicazione da parte del commissario in merito ai soggetti che hanno risposto all’invito a manifestare interesse per l’acquisizione del ramo d’azienda. Come Comune quindi aspettiamo sia il concessionario Tram Firenze spa ci faccia sapere. Ovviamente, siamo nella primissima fase della eventuale procedura di acquisizione: una volta arrivate le manifestazioni di interesse, il commissario dovrà inviare le lettere per la presentazione delle offerte vere e proprie. Quindi qualsiasi tipo di indicazioni tempi/modi è perlomeno prematura e comunque tali informazioni possono arrivare solo dal commissario liquidatore. Allo stesso modo, anche indicazioni diverse sulle linee 2 e 3 sono inopportune e premature: l’opera è bloccata da quasi trenta mesi per colpa delle aziende cui il concessionario aveva affidato i lavori".

"Il Comune come concedente ha fatto per tempo e rapidamente tutti i passi necessari nei confronti del concessionario, l’unico soggetto con cui l’Amministrazione comunale ha rapporto contrattuali: abbiamo approvato i progetti esecutivi e stiamo monitorando la situazione ma finché non viene superata questa impasse il Comune non può far niente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Cane rabbioso aggredisce a morsi i passanti: tre feriti in piazza Santa Maria Novella

Torna su
FirenzeToday è in caricamento