Spending review, ritocco ai ticket sanitari: "Non sarà super” | DATI

Nel gruppo Pd si pensa ad una riorganizzazione del sistema sanitario per far fronte ai tagli della revisione della spesa. L'ipotesi è quella di coprire un terzo del budget mancante con i ticket

La spending review pesa sulla Toscana e in particolar modo sulla sanità. La chiusura dei rubinetti da parte del governo sarà di circa 750 milioni di euro nei prossimi tre anni. A cui si aggiungeranno ulteriori 80 milioni di euro di sforbiciate. Per questo il presidente Rossi e all'assessore regionale al diritto alla salute Luigi Marroni stanno cercando di stringere la cinghia per riuscire a mantenere invariata la qualità dei servizi resi ai cittadini. Il piano, al centro di una lunga riunione del gruppo Pd svoltasi ieri in Consiglio regionale, è quello di ovviare ai tagli intraprendendo due strade. Da un lato riorganizzare il sistema sanitario, senza però tagliare alcune struttura, dall’altro di intervenire sui ticket per i farmaci. Le ipotesi però sono ancora allo studio. Tra queste spicca quella di una rimodulazione dei ticket in base al reddito in modo da rendere più equo l'intervento, permettendo di raccogliere 60-70 milioni di euro cumulati con l'intervento sui ticket già previsto da una delle ultime manovre del Governo Berlusconi. In pratica ci sarebbe una rimodulazione rispetto alle fasce Isee.

Punto fermo è cosa non ci sarà, il cosiddetto “superticket”. Il “superticket” sanitario da 10 euro, su visite specialistiche e analisi mediche, è stato un provvedimento emesso un anno fa dal ministro Tremonti. La tassa però non faceva distinzioni tra fasce di reddito, per questo in Toscana venne rimodulata su parametri Isee ( vedi tabella).

"L'idea – ha spiegato il responsabile sanità del Pd toscano e vicecapogruppo in Consiglio regionale Marco Ruggeri -è quella di coprire un terzo con il ticket e per due terzi attraverso una riorganizzazione della sanità. Cosa quest'ultima complicata ma che faremo con tutta la Toscana, mantenendo la qualità dei servizi". "Purtroppo - ha aggiunto - la spending review ci ha colpito tanto e in maniera ingiusta. Questo perché i criteri adottati sono più congrui verso le Regioni che fino ad oggi non hanno mai tagliato".

 

AD OGGI COSTO
Fino a 36mila 151,98 euro 0 euro
da 36mila 151,98 a 70mila euro 5 euro una  richiesta di esami (10 Euro se Tac o risonanza magnetica) E da 1 o  2 euro per una ricetta di medicinali.
Fino a 100mila euro 24 Euro Tac o Rnn e da 2 a 4  euro a ricetta
Sopra 100mila euro  34 euro per Tac o Rnm e da 3 a 6 euro  per ricetta
ALLO STUDIO  COSTO
fino a 15mila euro di ISEE Esenzione totale
 Da 15 a 25 mila euro 1 euro a confezione (esentati i malati cronici)
Da  25mila a 40 mila euro 2 euro
sopra i 40mila euro 3 euro ogni confezione di medicinali 
 
   fonte Unità del 2 agosto 2012

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Best Bakery, la migliore pasticceria di Firenze è "Tuttobene"

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento