Unione dei Comuni per eliminare le Comunità Montane, "Si ma con deleghe e risorse"

Lo ribadisce il sindaco di Borgo San Lorenzo secondo cui è possibile adeguarsi al taglio delle comunità montane ma c'è bisogno di investimenti in quei comuni che dovranno sopperire ai loro compiti

“Unione dei Comuni, sì ma ci vogliono anche deleghe e risorse”. Così il sindaco di Borgo San Lorenzo Giovanni Bettarini, a pochi giorni dal recente summit con l’assessore regionale Riccardo Nencini e i sindaci mugellani, a cui era presente anche il presidente della Comunità Montana Mugello Stefano Tagliaferri. Un incontro convocato dallo stesso sindaco Bettarini per discutere e confrontarsi sul destino della Comunità Montana. “Ringrazio Nencini per l’attenzione dimostrata e per la disponibilità al confronto e a definire un percorso comune per giungere a una trasformazione verso l’Unione dei Comuni tale da non disperdere l’importante esperienza svolta dall’ente montano del Mugello”.
L’assessore Nencini ha ribadito che la riforma a cui sta lavorando la Regione Toscana individua l’Unione dei Comuni come via maestra nella trasformazione e superamento delle comunità montane. “Ne prendiamo atto - commenta il sindaco Bettarini - e il Mugello è disposto a intraprendere questo percorso condiviso, ma per mantenere attività e servizi a tutela e per lo sviluppo del nostro territorio occorre che deleghe significative restino ancorate proprio sul territorio. Su questo punto, che per noi è fondamentale, abbiamo già raggiunto un accordo, in particolare su alcune deleghe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento