Salvini all’Isolotto: bandiere della pace e cartelli pro-migranti / FOTO

E compare uno striscione con scritto: "Quest'uomo non ci rappresenta"

Matteo Salvini questa mattina ha visitato il quartiere dell'Isolotto prima di lanciare la corsa di Ubaldo Bocci. 

Elezioni 2019: chi è Ubaldo Bocci

Il quartiere voluto da Giorgio La Pira, risponde a modo suo. Lo fa da alcuni balconi e terrazze che si affacciano in piazza dei Tigli, dove a mezzogiorno c'è stato il comizio del leader del Carroccio.

"Accoglienza per tutti, no governo della cattiveria"  è scritto in blu su un lenzuolo. E sull'appartamento al piano superiore sventola: "Firenze aperta ai migranti".

Gli striscioni sono comparsi tra ieri sera e questa mattina. Cambiando balcone si trova uno striscione con una citazione proprio di La Pira: "La definizione di un uomo non sta dove egli vive, ma in quello che è".

E accanto: "La paura e l'insicurezza svaniscono in un quartiere coeso, inclusivo e solidale".

E poi su un balcone sventola uno striscione: "A noi quest'uomo non ci rappresenta". Sui balconi anche numerose bandiere della pace.

Grande dispiegamento delle forze dell'ordine per presidiare la piazza, presenti polizia e carabinieri.

Il comizio di Salvini e Bocci: "Finalmente possiamo vincere"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento