Serve una rivoluzione in politica, un mese di mobilitazione a Certaldo

Un mese di mobilitazione per il Pd Certaldo. Da domani 5 ottobre fino al 5 novembre, giorno della manifestazione nazionale in piazza San Giovanni a Roma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Un mese di mobilitazione per il  Pd Certaldo. Da domani 5 ottobre fino al 5 novembre, giorno della manifestazione nazionale in piazza San Giovanni a Roma.
« Un mese che ci vedrà costantemente in mezzo alla gente per portare l’attenzione su due cose: le conseguenze non dichiarate della nuova manovra finanziaria del governo che colpiranno direttamente i cittadini e le nostre proposte per oltrepassare prima possibile la fase più disastrosa che la politica italiana ricordi dal dopoguerra ad oggi.» spiega Yuri Furiesi, segretario del Pd cittadino.

 In programma volantinaggi in giro per tutto il paese, il porta a porta, gazebo informativi e con iniziative tematiche aperte a tutti i cittadini. Tra quelle già in programma giovedì 13 ottobre alle 21.15, presso la saletta comunale in via  2 giugno, un dibattito pubblico sulle conseguenze della manovra con Vittorio Bugli, capogruppo Pd in Consiglio Regionale. Lunedì 24 ottobre stesso orario e stessa sede per l’incontro con l’onorevole Susanna Cenni,  per parlare delle proposte e del programma politico del Pd.

«Occorre indubbiamente una rivoluzione copernicana da parte della politica- continua Furiesi- noi siamo pronti a sostenerla come abbiamo più volte dimostrato anche nelle occasioni delle varie consultazioni referendarie, ultima la raccolta firme contro il Porcellum. Adesso più che mai però vorremmo intraprendere questo percorso insieme a tutti quei cittadini che credono che il tempo delle barzellette sia scaduto da un pezzo e che hanno voglia soltanto di avere risposta alle molte esigenze concrete che ci troviamo a dover affrontare in questo momento di autentica emergenza. Siamo tra quelli convinti che al berlusconismo si risponda col civismo, creando un movimento collettivo di tante coscienze civili che si radunano dietro una nuova idea di società. Un movimento che ci auguriamo possa strabordare il 5 novembre in piazza San Giovanni a Roma per la manifestazione nazionale del Pd».

Torna su
FirenzeToday è in caricamento