Addio di Renzi al Pd, il centrodestra ironizza: "Conte stai sereno"

Turbolenze in Forza Italia, che precisa: "Nessun passaggio"

La decisione di Matteo Renzi di lasciare il Partito democratico non lascia indifferente neanche il centrodestra. La scelta di abbandonare la sinistra ed andare ad occupare uno spazio al centro crea qualche turbolenza in Forza Italia, memore dei "colpi di fulmine" che in passato hanno provocato diaspore proprio verso l'ex premier. A cominciare da quella di Angelino Alfano (Ministro con Renzi), per arrivare a Denis Verdini (che per un periodo ha sostenuto il suo governo).

Forse è il destino toccato agli ex forzisti finiti con il "golden boy" di Rignano a suggerire prudenza. Certo è che oggi, a fugare i sospetti di spostamenti, è dovuto intervenire lo stato maggiore del partito. Da Tajani ad Anna Maria Bernini, passando per Mara Carfagna: nessun cambio di casacca, almeno per adesso.

Niente indugi, invece, sul fronte sovranista. Tanto per far tornare a parlare l'europarlamentare Susanna Ceccardi, che da qualche giorno ha lasciato la guida della Lega Toscana, in vista dell'imminente maternità: "Renzi è stato l'artefice di questo nuovo patto 5stelle-Pd, ma evidentemente non è soddisfatto del ruolo marginale che si è ritagliato nel partito e nel governo", ha commentato su Facebook.

"E allora come i bambini che perdono a calcio, abbandona il partito e se ne fa uno suo. Ma tranquilli, ha chiamato Conte per rassicurarlo... #Giuseppestaisereno", ha ironizzato Ceccardi.

Linea dura anche da Fratelli d'Italia: "Ha umiliato Zingaretti e il Pd costringendolo a fare il Governo orrendo. Ha bullizzato i 5 Stelle. Ha fatto tornare i comunisti al Governo. Ora abbandona il Pd e ricatta il Governo", ha scritto su Facebook il capogruppo in Consiglio regionale Paolo Marcheschi.

"Nelle sue spiegazioni - ha aggiunto - solo egoismo, rancore e supercazzole in cui nessuno crede più. Nessuna autocritica sul suo disastro. Ricomincerà a raccontarci favole suggestive (è il campione mondiale!) che non è mai riuscito a realizzare. Diceva di salvare il Paese invece voleva riprenderselo e ora si prepara ad affondarlo sulla pelle degli italiani. Sarà lui a dire quando staccare la spina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La trattoria Mario è la vincitrice di Quattro Ristoranti

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • Sciopero benzinai: i distributori aperti il 6 e 7 novembre

  • Prima nevicata in Toscana | FOTO

  • Novoli: sorpreso sulla tramvia senza biglietto si mette nei guai da solo

  • Coverciano: pino cade sulle auto parcheggiate / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento