Londa: topi non solo in biblioteca ma per tutta la scuola

Il fatto risale all'inizio dell'anno scolastico quando furono trovati dei ratti in un scuola di Londa. Per l'opposizione"indifferenza" ma il sindaco ribatte" solo "allarmismi per giunta a scoppio ritardato"

Topi a scuola, l’Amministrazione Comunale è intervenuta tempestivamente per risolvere il problema. E’ questa la risposta al gruppo consiliare Innova Londa, che aveva accusato il Comune di essere rimasto indifferente al problema, per evitare un danno di immagine che si sarebbe verificato interrompendo la didattica per le operazioni di derattizzazione.
Il Comune smentisce il disinteresse precisando che appena sono giunte le prime notizie di avvistamento di escrementi di topi all’interno dei locali scolastici, l’ufficio tecnico ha subito attivato la ditta Siva (abituale fornitrice dell’amministrazione), per eseguire un immediato intervento di prima derattizzazione.
CRONOSTORIA - I primi interventi sono stati eseguiti i giorni 24 e 27 settembre 2010. Dopo questi primi sopralluoghi è stato redatto un piano d’attacco, congiuntamente con la ditta, che prevedeva una serie di interventi svoltisi poi nei giorni 20, 21, 22, 25, 26 e 30 ottobre. Dopo questa serie di operazioni la situazione sembrava risolta ed, infatti, fino ai giorni prima dell’inizio delle vacanze natalizie, non si era ricevuta nessun’altra segnalazione.
Quando poi le insegnanti hanno telefonato denunciando una nuova presenza di escrementi in alcuni locali, l’ufficio tecnico ha nuovamente contattato la ditta Siva proponendo d’intervenire già dal primo giorno di chiusura delle scuole con un’azione ancor più invasiva, vista l’assenza di persone all’interno dei locali.
Rispetto ai precedenti interventi, il giorno 23 dicembre sono state posizionate molte più trappole e quantitativi di veleno, sia fuori che dentro la struttura. Nelle prime ore del mattino del 10 gennaio, prima dell’ingresso degli alunni, l’operatore della ditta si è recato sul posto per il solito controllo e, contrariamente alla altre volte, in cui si verificava che le esche erano state mangiate, questa volta non è stata trovata alcuna traccia né di escrementi, né di esche mangiate, né di topi nelle trappole.
Tuttavia, il Comune di Londa ha deciso comunque di attivare con la ditta Siva un sistema di monitoraggio annuale che prevede, con cadenza mensile, il posizionamento di diverse postazioni (che non comportano alcun rischio e pericolo per i bambini) in punti strategici e relativi sopralluoghi di accertamento.
Da queste nota risulta evidente l’interessamento e la capacità di attivarsi tempestivamente da parte del Comune di Londa, nell’affrontare un problema così importante per una struttura scolastica e, ancora più indubbio il fatto che, tali efficaci interventi, in accordo con l’Istituto Comprensivo “Desiderio da Settignano”, non abbiano dovuto compromettere il regolare svolgimento dell’attività didattica.
“Gli interventi dell’Amministrazione, dopo la prima segnalazione degli insegnanti, sono stati immediati – affermano il Sindaco di Londa Aleandro Murras e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Cagnacci - e sono continuati fino alla risoluzione del problema. Crediamo che sia inutile allarmare le famiglie e crear loro disagio sospendendo le lezioni, quando i problemi sono sotto controllo, come ci ha assicurato la Ditta Siva, e vengono risolti tempestivamente. Ma ai consiglieri comunali di Innovalonda - concludono Murras e Cagnacci - come risulta chiaro non interessa tanto la soluzione del problema, che avrebbero accertato consultando, se, non noi, i nostri uffici, ma solo poter fare, anche se a scoppio ritardato, polemiche e allarmismo”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina, Nardella: “Nuovo stadio a Campi? Mi opporrò con tutte le forze”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento