Notte Bianca 2011: saranno dodici ore no stop, anche per i bambini

Presentata la notte bianca del prossimo 30 aprile, per una dodici ore non stop. La Giunta si è ispirata al modello parigino riscoprendo i luoghi dimenticati e aprendo la festa anche ai bambini

Vivere la notte dentro una provocazione culturale. Sarà questo il leitmotiv della notte bianca 2011 a Firenze. Un’esperienza ragionata, filtrata dalle strutture della contemporaneità artistica ed architettonica. Una cartolina inviata dal futuro che si dipanerà lungo i cinquantanove eventi dislocati per le piazze e le
strade della città.
“Non abbiamo voluto fare una notte bianca becera, – ha dichiarato il sindaco Matteo Renzi durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione – ci siamo inspirati al modello parigino ed abbiamo strutturato la notte cercando di far interagire lo spettatore attraverso il filtro di una
continua domanda estetica”. Dodici ore no stop, dalle 18 di sabato trenta aprile alle 6 del primo maggio, all’interno di un percorso concentrico che si aprirà e si chiuderà in Palazzo Vecchio.

Nel mezzo centinaia di eventi e decine e decine di luoghi compresi taluni insoliti, dimenticati, sottratti per un breve lasso di tempo all’usuale fruizione quotidiana. “Vogliamo che la notte bianca diventi un appuntamento continuo negli anni ma sempre originale – ha proseguito Renzi – curato ogni volta da una figura nuova, un professionista che sappia valorizzare al meglio la cornice organizzativa messa a disposizione dal comune, così come è successo
con Valentina Gensini che ringrazio per lo splendido lavoro effettuato”.

Se quasi tutto si esaurirà nell’arco di una notte, alcune installazioni rimarranno per tutto maggio: si tratta di ‘Orto-grafia’, l’orto urbano a Piazza Annigoni a cura di MEMO studio; Rolling Houses (case rotolanti) di Avatar, ovvero enormi gusci posizionati in piazza Santa Maria Novella dove rifugiarsi per parlare e vivere
la piazza per cercare di riscoprire la dimensione intima e privata dei rapporti umani; e il bosco di Ponte alla Carraia (progettazione Q-bic e Claudia Alati). “Firenze – ha spiegato la curatrice Valentina Gensini - è molto vivace dal punto di vista contemporaneo anche se forse non ne è troppo consapevole. E’ stata una bellissima sfida portare l’arte contemporanea fuori dai circoli degli addetti ai lavori e aprirla a tutti e questa Notte servirà a farla conoscere e assaporare”.

IL PROGRAMMA

Tra gli eventi più caratteristici Riverboom, Firenze versus il mondo, una mostra fotografica negli spazi delle affissioni pubbliche: un esperimento, un sondaggio antropologico che giocherà sui cliché della città contrapposti alle forme rintracciabili in natura (l’intera progetto sarà proiettato sulla facciata di Santo
Spirito). Ci sarà poi la radio a pedali a cura di Radio Papesse: uno “stormo” di biciclette percorreranno le strade del centro diffondendo in stereofonia le note del concerto di Beethoven del Maggio Musicale Fiorentino. Il Teatro della Pergola aprirà i battenti fino all’una e trenta di notte mettendo in scena opere
prettamente contemporanee (per questo evento è necessaria la prenotazione); tutti i musei civici resteranno aperti fino alle due di notte, mentre gli Uffizi e Palazzo Strozzi fino a mezzanotte.



“Abbiamo pensato ad una notte bianca matura ed allo stesso tempo low cost – spiega l’assessore alla cultura del comune di Firenze Giuliano Da Empoli - che punta non al nome altisonante ma a far emergere quanto di meglio esiste in città in campo culturale contemporaneo”. La spesa per l’organizzazione della
notte bianca si attesta sui duecentocinquanta mila euro, di cui cinquantamila provenienti dalle casse comunali, i restanti dagli sponsor della manifestazione.
La manifestazione avrà come protagonisti anche i bambini. Per loro sono state ideate una serie di iniziative pensate apposta per far interagire le giovani menti con il concetto di contemporaneo. “Desideriamo che la notte bianca sia godibile e fruibile a tutti – conclude il sindaco Renzi – anche per quei genitori con figli
piccoli che di solito trovano meno stimoli in queste manifestazioni”.
Dal punto di vista logistico, in centro è prevista un’ampia pedonalizzazione: la trincea, da cui comincerà la mega zona pedonale, è stata posta in via della Colonna. Da li in poi si potrà proseguire solo a piedi. Le corse Ataf 6 - 14 – 17 - 22 – 23 – 37 saranno potenziate e così pure la tramvia. Firenze parcheggi offre posteggi a un euro l’ora. Tutte le informazioni dell’evento sono disponibili nel sito dedicato www.insonniacreativa.it

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • "Non ci resta che piangere": 35 anni dopo il film in piazza del Carmine

I più letti della settimana

  • Comico toscano miracolato: cade un albero poco prima del suo passaggio

  • Meteo Firenze: allerta per pioggia e temporali

  • Tramvia: dagli scavi sui viali spunta la testa delle mura, è polemica

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Terremoto a Forlì Cesena: la scossa sentita anche in provincia di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento