Migranti, Nardella: “Azzereremo gli effetti nefandi del decreto Salvini”

Il sindaco: “Valutiamo una strada per arrivare alla Corte Costituzionale”

Il sindaco Dario Nardella è tornato oggi ad attaccare alcune norme relative ai migranti previste nel cosiddetto 'decreto Salvini'.

“Il 'decreto Salvini' produce più clandestini, genera caos e aumenta l'insicurezza nelle nostre città. Ci troveremo nelle prossime settimane con migliaia di immigrati richiedenti asilo in mezzo alle strade, che finiranno in mano a criminalità organizzata o comune”, dice Nardella, dopo essersi schierato al fianco del primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando, che ha annunciato che non applicherà alcune parti del decreto.

“Il ministro dell'interno non dovrebbe intimidire i sindaci ma ascoltarli, perché noi abbiamo a cuore la sicurezza dei nostri cittadini”, prosegue Nardella, ricordando che nella sola area metropolitana fiorentina potrebbero 'trasformarsi' da un giorno all'altro in immigrati irregolari e finire in mezzo ad una strada circa 900 persone.

“A Firenze non violeremo alcuna legge, ma apriremo un tavolo con il mondo del volontariato, del terzo settore, del lavoro e delle istituzioni locali per azzerare gli effetti nefandi e negativi di questo decreto, in attesa che si apra una vertenza vera a livello nazionale non per sospendere legge, ma per riscrivere la legge in molte sue parti”, aggiunge il primo cittadino.

“Firenze ha il suono modello, che coniuga legalità ad accoglienza ed il mio è buonsenso e non buonismo. Stiamo valutando – conclude Nardella -, una strada per arrivare ala Corte Costituzionale. I comuni non hanno facoltà di fare un ricorso diretto ma possono appellarsi al giudice ordinario o amministrativo affinché venga posta la questione in via incidentale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al fianco di Orlando e Nardella si sono schierati numerosi altri sindaci, non solo di area di centro-sinistra, in primis quello di Napoli Luigi De Magistris e quello di Milano Giuseppe Sala. Nessuna apertura invece dai sindaci del Carroccio né tanto meno dallo stesso Salvini, che dice: “Ne risponderanno legalmente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Controlli a Fiesole: arrestato 24enne 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento