Nuove minacce al sindaco di Empoli Brenda Barnini

Una lettera minatoria già nel 2018

Nuove minacce contro il sindaco di Empoli Brenda Barnini. La sindaca dem, già minacciata di morte nel 2018, motivo per cui istituzioni e cittadini scesero in piazza, ha ricevuto due lettere minatorie negli ultimi due giorni. Alla base ci sarebbe una questione di carattere razziale, stessa motivazione del 2018. 

Il primo cittadino ne ha dato notizia con un lungo post su Facebook: "Ricevere due lettere di minacce per due giorni consecutivi non fa piacere. Soprattutto quando i contenuti sono palesemente istigati dall'odio razziale e se la prendono con me come rappresentante di una parte politica che si oppone a quel pensiero. Non so chi le ha scritte, ho fatto denuncia alle autorità e sarà compito loro indagare. Chiunque sia stato però ha le idee chiare sul fatto che io sia una donna di sinistra e antifascista ed è questo il motivo per cui si sente in dovere di minacciare me e la mia Giunta con parole violente e volgari che inneggiano all'avvento di un nuovo Governo nazionale che finalmente farà pulizia etnica e politica. Aprite gli occhi per favore, iniziate a pensare che ogni parola scritta su questo social contro gli stranieri e per mettere prima gli italiani in realtà non è altro che la prosecuzione di un disegno ideologico di destra, fascista e nazionalista. Aprite gli occhi, pensate che aver bocciato la Commissione Segre che chiedeva di occuparsi proprio delle parole dell'odio è una scelta politica precisa da parte di chi vuole continuare a spargere questo clima da guerra civile. Aprite gli occhi e se volete più sicurezza e protezione chiedetela a chi insieme vi garantisce libertà e diritti. Perché gli altri, quelli della sicurezza e basta insieme ci mettono anche razzismo, violenza e odio con il quale continuare ad alimentare le nostre paure".

La Confesercenti dell'Empolese–Valdelsa ha espresso solidarietà al sindaco. “Apprendiamo con stupore quanto accaduto al Sindaco Barnini. - dichiara Marco Carpignani, Presidente Confesercenti Empoli -  La nostra associazione condanna fortemente questo atto, ribadendo con decisione quanto sia importante il rispetto verso le istituzioni e, più in generale, verso il dialogo. Gesti come questo mettono in dubbio valori che sono le basi del nostro vivere civile”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Maltempo: attesa la piena dell'Arno / FOTO

  • Maltempo: in transito l’ondata di piena dell’Arno in città / FOTO

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

  • Morto il giovane rapper Cry Lipso 

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento