Leopolda 10, ultimo giorno: atteso il discorso di Renzi / DIRETTA

Anche nell'ultimo giorno in tanti in coda ai cancelli fino dalle 6 del mattino

E' riaperta questa mattina alle 9:30 la Leopolda 10, ultimo giorno della kermesse renziana. Dopo il pienone dei primi due giorni, anche il terzo giorno si apre con persone in coda fuori dai cancelli fin da poco dopo le 6 del mattino.

Sono ripresi gli interventi dal palco, ma tutti, dopo la presentazione del simbolo di ieri, attendono il discorso finale di Matteo Renzi, attesto a partire dalle 12:30. Prima di lui parlerà la ministra dell'agricolutra Teresa Bellanova.

ORE 12.05 La ministra dell'agricoltura Teresa Bellanova sul palco. "Italia viva è una scelta di chiarezza, eravamo stanchi di litigi inutili, di scontri tra bande armate", dice. Che bordata agli ex amici del Pd. E poi.

"Il progetto politico che doveva mettere insieme due culture riformiste (il Pd, ndr) non si è mai realizzato. Italia Viva è una pratica riformista, per lo sviluppo sostenibile economico e sociale. Per noi riformismo significa sostenere investimenti e persone che devono trovare reddito. Alla solitudine non si risponde alimentando rabbia e rancore. La piazza di Salvini non risolve il problema della solitudine, aumenta il problema. Noi ci prenderemo cura delle persone che non ce l'hanno fatta, al contrario di chi vede negli ultimi e di chi soccorre gli ultimi, le Ong, un nemico".

E poi: "Se non riconoscete la differenza tra Papete e Leopolda significa che avete un problema, che siete animati dal rancore", dice Bellanova e anche in questo caso il 'bersaglio' è un ex amico Pd, Andrea Orlando (che aveva detto "se lanci ultimatum dal Papete o dalla Leopolda non è diverso').

"Chi ce l'ha fatta non è un nemico, ma un esempio. Chi ce l'ha fatta ce l'ha fatta per il merito e il merito è di sinistra ed il merito sarà il nostro unico parametro di misura e su questo vi sfidiamo", conclude Bellanova.

ORE 11.50 Grande applauso per Isabella Conti, sindaco di 37 anni di San Lazzaro di Savena, nei pressi di Bologna, nota per essere la prima sindaca d'Italia ad avere lanciato gli asili nido gratuiti per tutti.

"Cinque anni fa quando lottavo contro la cementificazione e per il rispetto delle regole l'unico a chiamarmi e a dirmi di andare avanti fu Matteo Renzi, allora presidente del consigliio, nonostante i forti interessi in gioco", le parole della sindaca.

"Prima ero solo nella mia lotta, qui sento che posso lottare con una squadra, una casa, al mio fianco", prosegue Conti. E sugli asili nido gratuiti per tutti: "Perché non posso accettare che si debba rinunciare ai figli per difficoltà economica. E non posso accettare che le donne debbano scegliere tra lavoro e figli, per questo la mia amministrazione è al fianco delle donne e porta avanti per loro provvedimenti concreti"

ORE 11.00 Lucia Annibali sul palco. "Gratitudine per chi ha creduto in me e mi ha dato la possibilità di rigenerarmi anche come donna. La vita con me è stata generosa perché mi ha insegnato il valore della vita, dell'amicizia, di non avere mai paura, di buttare il curoe oltre l'ostacolo". Dice così, con un grandissimo coraggio, Annibali, ora deputata di ItaliaViva, sfregiata nel 2013 con l'acido da un uomo, su mandato del suo ex.

"Mi domando sempre cosa posso fare io per gli altri, chiedendomi sempre se posso essere all altezza delle sfide nuove. Ci sono sempre nuove occasioni di arrivare. Mi sono sapppassionata al tema delle donne partendo dalla mia storia ma non solo. Qui c'è un'energia particolare, ci riconosciamo in quest luogo ocme qualcosa di nuovo e forte. Siamo un partito femminista che vuole bene alle donne, non abbiamo paura di lavorare e di faticare, saremmo all'altezza delle sfide che ci attendono e faremo la differenza", aggiunge Annibali, una presenza quasi fissa della Leopolda.

ORE 10.30 Parla la 'madamina' 'Sì Tav' di Torino Giovanna Giordano, informatica. "Difendiamo Tav e futuro. La Tav è dipinta come un buco nella montagna dal quale escono cose cattive, amianto e quant'altro ma non è così. Facciamo la tav per far parte di un sistema europeo, per restare agganciati all'Europa", dice Giordano.

ORE 9.30 via ai lavori del terzo e ultimo giorno. Anche oggi tutto pieno e persone che restano fuori di fronte al maxi schermo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La trattoria Mario è la vincitrice di Quattro Ristoranti

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • Sciopero benzinai: i distributori aperti il 6 e 7 novembre

  • Prima nevicata in Toscana | FOTO

  • Novoli: sorpreso sulla tramvia senza biglietto si mette nei guai da solo

  • Coverciano: pino cade sulle auto parcheggiate / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento