Il consigliere della Lega Asciuti: “Consacriamo Firenze al cuore di Maria”

Su Facebook rivendica la proposta per contrastare “droga, alcol, single e depressi”, poi aggiunge: “Anni luce avanti chi ha capito che per uscire dalla crisi bisogna consacrarci”

Andrea Asciuti con Salvini, foto Facebook

“Consacrare la città di Firenze al cuore immacolato di Maria”. Lo ha chiesto, nero su bianco, il gruppo della Lega, lunedì scorso in consiglio comunale, con i consiglieri Andrea Asciuti e Federico Bussolin (capogruppo in Palazzo Vecchio), come ordine del giorno per integrare il Programma di mandato illustrato dal sindaco Dario Nardella.

La richiesta, esposta da Asciuti anche su Facebook, ha suscitato, come prevedibile, un vespaio (neanche troppo a dire il vero). Al che comunque lo stesso Asciuti, per rimarcare la richiesta, sul social ha scritto, come a motivarla: “Firenze è prima in Italia per consumo di droga, è tra le prime per consumo di alcol [...] il capoluogo toscano è tra le città dove ci sono il maggior numero di single e di depressi, aggiungiamo a questo il disastro delle famiglie distrutte e la piaga dell'aborto che viene continuamente sottovalutata”.

In un altro post aggiunge, sempre Asciuti: “Dedicato a chi ieri in consiglio comunale difendeva la 'laicità del Comune o dello Stato', i presidenti del Peru e della Polonia sono anni luce avanti, hanno capito che per uscire dalla crisi morale ed economica bisogna consacrare la propria nazione al cuore Immacolato di Maria”.

La foto dell'ordine del giorno, poi ritirato (“non perché sono arretrato ma perché il consiglio era troppo lungo”, tiene a sottolineare sempre Asciuti) è tornata a circolare oggi sui social e sulle chat di Whatsapp. Nello stesso giorno della rovente polemica riguardo alle affermazioni di un altro consigliere, regionale, del Carroccio, Roberto Salvini, che ha proposto di mettere "donne in vetrina per rilanciare il turismo" ed è stato per questo, dopo la bufera scatenatasi, sospeso dal partito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Maltempo: rischio nevicate in città

Torna su
FirenzeToday è in caricamento