Forteto, Donzelli: "Commissione ancora rinviata"

Il deputato: "Rossogialli coprono verità" 

Ancora rinviato l'avvio dei lavori della commissione d'inchiesta parlamentare sul Forteto dopo che a novembre Rodolfo Fiesoli, il "profeta", è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione. A darne notizia il deputato di di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, già vicepresidente della commissione d'inchiesta sul Forteto del Consiglio regionale della Toscana.

"L'avvio dei lavori della commissione parlamentare d'inchiesta, la cui istituzione è da nove mesi legge dello Stato, è stato rinviato per la quarta volta. - sottolinea Donzelli - Con l'ennesima sconvocazione Pd, Movimento 5 Stelle, Italia Viva e Leu sono responsabili della copertura della verità sugli abusi perpetrati per 40 anni nella setta di Rodolfo Fiesoli, condannato in via definitiva a 14 anni e 10 mesi per abusi e maltrattamenti su minori. La maggioranza 'rosso-gialla' si deve vergognare di fronte alle persone che hanno subito le angherie del Forteto: un rinvio alla vigilia delle festività significa un allontanamento della possibilità che si possa fare luce su una vicenda che ha visto la sottomissione di centinaia di persone, fra cui tantissimi minori. La maggioranza di governo si sta dimostrando completamente inadeguata e incapace di far funzionare le istituzioni perché preoccupata soltanto di occupare le poltrone. Lavoreremo con tutte le nostre forze - conclude Donzelli - per scoprire le responsabilità di chi sta facendo pressioni ignobili per bloccare la commissione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 20enne gravissima

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento