Ferrovie, Toccafondi: "Via da Firenze l'Agenzia per la sicurezza ferroviaria"

Il deputato fiorentino: "Purtroppo avevo visto giusto, col Decreto Genova un nuovo scippo alla nostra città"

 “Questa volta avrei preferito aver torto piuttosto che vedere di nuovo colpita Firenze in una delle funzioni che aveva messo in piedi grazie alla sua storiua di professionalità e capacità nel campo ferroviario”, così il deputato fiorentino di Civica Popolare, Gabriele Toccafondi, commenta la decisione del governo di bocciare gli emendanti firmati anche dalla deputata Di Giorgi che chiedevano di mantenere a Firenze l'Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria che adesso sarà inglobata in una struttura che si occuperà oltre che di ferrovie anche di strade e autostrade con sede a Roma. Decisione contenuta nel cosiddetto Decreto Genova, il provvedimento emanato dall'Esecutivo per la tragedia del Ponte Morandi e convertito in legge dalla Camera ieri.

“Ancora né il Presidente del Consiglio dei Ministri, né il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, né quello dell’Economia e delle Finanze, ai quali mi sono rivolto a più riprese con interrogazioni, interpellanze e infine emendamenti al decreto, sono stati in grado di farmi capire – spiega Toccafondi - quale logica vi sia nel sopprimere un’agenzia per la sicurezza ferroviaria che nel corso degli anni ha raggiunto una elevata professionalità e competenza. E come mai potrebbe garantire più sicurezza un aumento esponenziale non dei controlli ma della burocrazia istituendo da zero una nuova agenzia che accorpa al controllo della sicurezza ferroviaria anche quella stradale ed autostradale”.

“Il fatto grave – aggiunge il deputato fiorentino – è che si cancella una storia fiorentina fatta di professionalità e competenze che si sono costruite e affinate negli anni in uno dei settori più delicati del nostri trasporto pubblico quale il trasporto su ferro delle persone e delle merci. L'ANSF infatti non solo è competente a rilasciare i certificati di sicurezza alle imprese di trasporto, a compiere verifiche e certificazione sul materiale rotabile, ma ha anche anche il compito di vigilare e controllare l’infrastruttura ferroviaria di Rfi. Quindi l’ Agenzia ha anche il ruolo di “regolatore “ del sistema ferroviario in quanto soggetto non solo deputato ai controlli, ma anche incaricato della stesura dei regolamenti dovuti, a innovazioni tecnologiche e a cambiamenti generali delle condizioni del sistema di trasporto in ambito Europeo”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Meteo

    Allerta meteo: chiusi cimiteri, parchi e giardini, sospeso il mercato delle Cascine

  • Cronaca

    Investito dal treno sui binari: ricoverato in gravi condizioni

  • Cronaca

    Cecchi Gori, ritorno all'Artemio Franchi: “Mettevo il cuore, non solo i soldi” / FOTO

  • Cronaca

    Restauro finito: torna il 'Biancone' / FOTO

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Lite al ristorante degenera: cuoco finisce all'ospedale

  • Concorsi pilotati a Careggi: 8 professori interdetti

  • Gossip: la simpatia del ministro Salvini per la figlia di Verdini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento