Elezioni 2019, i Verdi puntano su Andres Lasso: “Sì a tramvia e tav, no all'ampliamento dell'aeroporto”

Tra le proposte della rinata lista del 'sole che ride' anche l'aumento delle licenze taxi, la copertura dello stadio Artemio Franchi, rifiuti zero e 'bicipolitana'

Il candidato sindaco Andres Lasso assieme alla co-portavoce nazionale Elena Grandi

Ecologismo ma non solo. Anche giustizia sociale, uguaglianza di genere, accoglienza, economia circolare e redistribuzione della ricchezza. Passando per mobilità sostenibile e strategia rifiuti zero. Sono i temi chiave al centro della proposta politica dei Verdi, che alle prossime elezioni comunali candidano a sindaco di Firenze il 44enne Andres Lasso, biologo, giardiniere e apicoltore per hobby, con cittadinanza italiana e panamense. 

“Abbiamo lavorato molto sulla mobilità sostenibile, un degli aspetti che influisce di più sulla vivibilità della città”, spiega Lasso, presentandosi alla stampa questa mattina alle Murate. “Un sì convinto alle future linee della tramvia, quelle fino a Bagno a Ripoli e Le Piagge. E' un mezzo che migliora la vita di molti fiorentini e riduce traffico e inquinamento”.

Sì anche a stazione Foster e tunnel tav: “Siamo favorevoli se torniamo all'idea che prevedeva lo stanziamento di 70 milioni di euro per le stazioni di superficie. E alla Foster dovranno fermare tutti i treni, anche i regionali, così che la stazione di Santa Maria Novella possa essere usata solo per i 'metrotreni' urbani”. 

No invece all'ampliamento dell'aeroporto di Peretola. “Crediamo nel progetto del parco della Piana. La pista parallela lo scavalca e ha criticità ambientali, idrogeologiche e urbanistiche difficili da superare. La Piana è già in sofferenza oggi, immaginare ulteriori voli è sbagliato”, spiega Lasso. “Chiediamo di rispettare le prescrizioni presenti nella Valutazione di impatto ambientale del 2003”.

I Verdi chiedono poi di fermare il progetto del nuovo stadio della Fiorentina a Novoli e di riqualificare l'Artemio Franchi. “E' un gioiello del Nervi, pensiamo ad un bando internazionale con i migliori architetti per dotarlo di una copertura completa. Avere due stadi in una città di 370mila abitanti non serve, c'è il rischio che uno finisca in abbandono come il Flaminio a Roma”, prosegue Lasso.

Nel programma, consultabile on line, i Verdi chiedono anche l'adozione della 'strategia Rifiuti Zero', di un 'contratto di fiume' con l'obiettivo di migliorare vivibilità e fruizione dell'Arno e degli altri torrenti minori a Firenze e nell'area metropolitana. Ma anche la concessione di 300 nuove licenze di taxi, la bicipolitana (una rete di piste ciclabili in tutta l'area metropolitana), e il progetto di un 'metrotreno' di superficie. “L'obiettivo è avere una città che non divida il centro dalle periferie - spiega Lasso -, grazie a spostamenti sostenibili alla portata di tutti”.

Lasso chiede anche il diritto “ad una casa dignitosa per tutti, che non può essere un lusso”. E poi “una città a misura di bambino, con zone 10km/h e più aree verdi intorno alle scuole”.

Un'altra proposta mira alla redistribuzione, per quello che può essere fatto a livello comunale. “Si parla tanto di 'flat tax' e a Firenze l'abbiamo. L'addizionale Irpef comunale è uguale per tutti. Vogliamo renderla progressiva, chi ha di più paga di più. Con le risorse che troviamo dimezziamo gli abbonamenti dell'Ataf, così il prelievo torna ai fiorentini”, dice Caterina Arciprete, portavoce fiorentina dei Verdi assieme a Daniele Marcucci e in corsa per un posto in consiglio comunale.

In lista ci sarà anche Giannozzo Pucci, 75 anni, storico fondatore dei Verdi a Firenze negli anni '80. Pucci non lesina critiche a 'Firenze + Verde', la lista che sostiene Nardella e di fatto messa in piedi proprio per 'rubare' voti ai 'veri' Verdi. “Mi hanno chiesto di candidarmi ma ho rifiutato. Loro - attacca Pucci -, sono i verdi per l'inceneritore, per l'aeroporto, manca solo che siano per il nucleare e gli ogm”. Più chiaro di così.

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019: i nuovi locali a Firenze da provare

  • Pitti Uomo, 5 eventi da non perdere

  • Dragon Fly, il primo locale steampunk di Firenze

  • Pitti: tra i vip in città anche Stefano De Martino e Taylor Mega

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Scandicci: morto noto imprenditore

  • Calcio storico 2019, seconda semifinale: i Bianchi vincono contro gli Azzurri ai 'supplementari' / FOTO

  • Incidente stradale sulla 429 bis: motociclista muore in ospedale

  • I toscani? Sono i più simili all'uomo di Neanderthal

  • Ospedale pediatrico Meyer: i dipendenti dichiarano lo stato di agitazione

  • Ristorazione nel caos: bancarotta e fallimenti, guai per 7 noti ristoranti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento