Elezioni comunali 2019, il candidato sindaco Giacomelli: "Espropriare gli immobili sfitti delle banche per dare casa alle persone"

E' il candidato del Partito Comunista, ha 23 anni ed è il più giovane in corsa: "Sì a trasporto realmente pubblico, no a nuove tramvie ed aeroporto"

Gabriele Giacomelli, candidato sindaco per il Partito Comunista

Gabriele Giacomelli è il candidato sindaco del Partito Comunista. Appena 23enne, è il più giovane aspirante alla carica di primo cittadino. Frequenta il corso magistrale di Scienze Storiche all'università di Firenze.

"Da sempre mi interesso di politica - dice -, e un anno e mezzo fa ho deciso di iscrivermi al Partito Comunista e al Fronte della Gioventù Comunista, le uniche organizzazioni in grado di rappresentare gli interessi e le speranze di riscatto per lavoratori, classi popolari e gioventù proletaria".

Giacomelli, se sarà eletto sindaco, quale sarà il primo provvedimento che prenderà?

Quello di assicurare a tutte le famiglie residenti nel comune di Firenze, italiane o straniere, il diritto alla casa attraverso l’esproprio immediato di tutti gli immobili sfitti detenuti a fini speculativi da banche, istituti di credito e grandi società costruttrici, per assegnarle alle famiglie in lista di attesa per un alloggio popolare.

E' favorevole alle nuove linee della tramvia e in particolare alla 3.2, quella da piazza della Libertà a Bagno a Ripoli? Come vede il passaggio di una linea da piazza Duomo?

Siamo contrari agli attuali progetti di ampliamento della tramvia. Prima di valutare nuove linee serve rendere il trasporto pubblico realmente pubblico, ripubblicizzando completamente il servizio e creando un’unica azienda di trasporto pubblico, sia su gomma che su rotaia, affidata nelle mani dei lavoratori. Dopo potremo valutare nuove linee, da realizzate unicamente nell’interesse della collettività, non nell’interesse privato di qualche manager.

Quali soluzioni propone per migliorare l'efficienza del trasporto pubblico? La Ztl va ampliata o ridotta?

Serve ripubblicizzare completamente il servizio, aumentare corsie preferenziali e parco mezzi, sbloccare le assunzioni del personale.
Sulla Ztl siamo per un maggior controllo sugli accessi e per l’introduzione della Ztl 7 giorni su 7, con accesso libero solo la sera, ma garantendo accesso libero e gratuito a tutti i lavoratori che necessitano di recarsi in centro con i propri mezzi per lavorare.

E' favorevole alla realizzazione della stazione Foster dell'Alta Velocità e del tunnel Tav sotto Firenze di 7 chilometri da Castello a Campo di Marte?

Contrari a Foster, Tav e a tutte le opere che la riguardano. E' un’opera costosa e inutile, fatta con soldi di cittadini e lavoratori, dato che i fondi provengono dalla fiscalità. E' un regalo alle imprese che si arricchiscono grazie a grandi opere che devastano il territorio.
Quei soldi andrebbero spesi per riammodernare e migliorare la rete ferroviaria e il collegamento tra le varie stazioni fiorentine, oggi in semiabbandono.

Ampliamento dell'aeroporto di Peretola e nuova pista. Favorevole o contrario, e perché?

Siamo contrari a un’opera utile soltanto ai profitti di Confindustria e di magnati ultramiliardari del trasporto aereoportuale e devastante per il territorio e per i cittadini della Piana. Vogliamo una progressiva diminuzione dei voli in arrivo e in partenza dall’aeroporto Amerigo Vespucci e un miglioramento del collegamento con gli aeroporti di Pisa e Bologna.

Nuovo stadio della Fiorentina a Novoli, cosa ne pensa? 

Il nuovo stadio sarebbe una goccia in mezzo a un mare di ristoranti, alberghi di lusso e ricche boutique legate alla famiglia Della Valle. Non lasceremo che i Della Valle o chi per loro mettano le mani su un intero quartiere per assecondare il proprio business. Serve riqualificare il Franchi e valutare un’eventuale copertura esterna che non intacchi il valore storico artistico dell’opera.

Moschea. I cittadini di fede musulmana in provincia di Firenze sono stimati in oltre 30mila: hanno diritto ad avere un luogo di culto in città?

Ognuno è libero di professare e di manifestare le propria fede in qualsiasi Dio negli spazi che ritiene più opportuni, a patto che i soldi per la realizzazione dei luoghi di culto siano interamente stanziati dalle comunità religiose. E questo vale per qualsiasi fede, compresa quella cattolica.

Esiste davvero un'emergenza sicurezza in città? Come garantire i cittadini, cosa proponete?

La vera emergenza riguarda la sicurezza sociale. Le periferie fiorentine sono lasciate a se stesse. C'è un'emergenza abitativa fra le più gravi d’Italia. A Firenze aumentano il consumo di eroina e le morti per overdose, anche tra i giovanissimi. Nardella insegue Salvini e si scaglia con ferocia verso le manifestazioni esteriori del disagio sociale, senza analizzarne la causa. Serve colpire a monte e offrire un modello di città diverso, dove l’accesso a diritti sociali come casa, lavoro stabile, cultura e trasporti siano garantiti a tutti.

Siete favorevoli a dotare della pistola 'taser' i vigili urbani? E sulle 'zone rosse' che dite?

Assolutamente contrari ai “taser” ai vigli e anche alle “zone rosse”. Intensificare le misure di repressione invece di favorire prevenzione e sicurezza sociale serve a nascondere i risultati vergognosi dell'ultima amministrazione. Chi commette reati deve essere punito, certo. Ma a Firenze esiste un disagio sociale enorme, per buona parte creato dalle politiche del Pd e che si ripercuote sull’aumento della criminalità. Dobbiamo colpire a monte le cause che generano il disagio sociale.

Il turismo di massa negli ultimi anni ha favorito lo sviluppo della città o ha avuto anche effetti negativi? Come salvaguardare la città e la residenza in centro storico?

Non è un fenomeno negativo in sé, ma lo diventa (come nel caso di Firenze) quando viene anteposto a diritti sociali inalienabili come casa e lavoro stabile e dignitoso.
Il turismo incontrollato ha portato all’aumento vertiginoso degli affitti. E' necessario bloccare la proliferazione selvaggia degli affitti turistici e reintrodurre il contingentamento per le attività alberghiere e l’introduzione di un calmiere per gli affitti. Stop anche alla precarizzazione del lavoro che il turismo di massa comporta.

Molte aree cittadine vengono riqualificate con hotel o strutture ricettive extra-lusso. E' d'accordo con questa impostazione?

Tutto ciò è vergognoso. Il processo di svendita del patrimonio pubblico in mano a privati ultramiliardari rientra nella costruzione della città vetrina, di una città modello soltanto per ricchi imprenditori a cui viene concesso di trasformare la città a propria immagine e somiglianza. Contemporaneamente il diritto alla casa diventa sempre più inaccessibile. Dobbiamo destinare le varie arie da riqualificare all’interesse pubblico e non dei privati.

Tra i 'buchi neri' del centro storico resta lo scandalo del Sant'Orsola. E' abbandonato da decenni e condanna ad una situazione degradante un intero quartiere. Nonostante le periodiche promesse, nessuno è riuscito a recuperare l'area. Che fare?

Molti dei “buchi neri” appartengono alle banche che, dopo averli acquistati dall’ente pubblico a prezzo stracciato, aspettano il miliardario di turno per accaparrarseli e per costruirci l’ennesimo hotel di lusso. Con noi questi edifici sarebbero immediatamente espropriati e riqualificati per interesse sociale: alloggi popolari, palestre popolari, biblioteche comunali, asili nido, ludoteche. Al Sant’Orsola faremmo un complesso di case popolari.

Come vede e come vorrebbe Firenze tra 5 anni, in caso lei diventasse sindaco?

Una città a misura di lavoratori e classi popolari, dove a tutti viene assicurato il diritto alla casa e l’accessibilità a trasporti, cultura e sport. Una città in cui settori strategici come la gestione di case popolari, immigrazione, trasporti, assistenza alle famiglie, ambiente e rifiuti siano completamente nelle mani di lavoratori e cittadini e non di qualche manager.

Un appello, un ultimo motivo per il quale i cittadini dovrebbero votarla

Un voto per noi è un voto per chi si impegna nella ricostruzione di un forte e radicato Partito Comunista che torni a dar voce e protagonismo ai lavoratori e alle classi popolari, per abbattere dalle fondamenta il sistema malato nel quale viviamo.

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Mine vaganti in tv per ricordare Ilaria Occhini

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Incidente sulla superstrada: traffico bloccato in FiPiLi / FOTO

  • Incendio: una colonna di fumo nero sulla città / FOTO

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Firenze Cashless: il biglietto Ataf si compra con la carta sui bus

  • Movida in Via Nazionale: madre e figlia ubriache, caos nel pub

Torna su
FirenzeToday è in caricamento