Elezioni 2019, Marcheschi: "Faccio un passo indietro solo se centro-destra ha candidato unitario"

L'esponente di Fratelli d'Italia ha presentato il suo pacchetto per la sicurezza della città

Marcheschi su Ponte Vecchio con la pettorina degli Angeli della sicurezza

“Se il centrodestra riuscisse a trovare un candidato unitario e Giorgia Meloni ritenesse che quella persona sia capace di vincere alle comunali, sono disponibile a fare un passo indietro”. Così Paolo Marcheschi, candidato a sindaco di Firenze per Fratelli d’Italia, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano quali fossero le mosse del centro-destra in vista delle amministrative di maggio. Il politico questa mattina era su Ponte Vecchio a presentare le sue proposte per la sicurezza della città. 

Il consigliere regionale di FdI è al momento l’unico candidato di centro-destra ad essersi presentato per ottenere lo scranno più alto di Palazzo Vecchio. La sua campagna elettorale è partita circa 2 mesi fa ed è, al momento, una corsa in solitaria. Più volte è stato ventilato il nome dell’imprenditore Umberto Bocci come candidato sindaco del centro-destra ma le voci non si sono mai ufficializzate

“Per ora non esiste alcun altro candidato di centro-destra, ad oggi sono l’unico, la mia candidatura è in campo da due mesi - ha detto Marcheschi  - mi sembra sempre più improbabile che possa emergere una candidatura civica (riferendosi a Bocci, ndr.) anche perché mancano poco più di 60 giorni alle elezioni, siamo un po’ in ritardo”.

Comunali: a 100 giorni dal vosto il centro-destra non ha un candidato

Fratelli d’Italia va avanti con la candidatura di Marcheschi e ciò è stato confermato dalla segretaria del partito, Giorgia Meloni, che sabato scorso era a Firenze per presentare il programma di FdI sulla questione famiglia. “Il nostro programma mette in campo una serie di iniziative precise per la famiglia – ha riferito Marcheschi – pensiamo a una maggiore primalità per chi ha le famiglie numerose come l’innalzamento dell’Isee per chi ha più figli, orari delle scuole più lunghi ed anche un albo delle baby sitter”.

Il programma di Marcheschi

La proposta sulla sicurezza

Questa mattina il politico era su Ponte Vecchio a presentare le sue proposte per la sicurezza della città. “Molti fiorentini cominciano a pensare a difendersi da soli prima che si organizzino in ronde ho voluto far capire che c’è un'altra possibilità, la percezione di insicurezza è alta in tutti i quartieri della città – ha detto Marcheschi – nel mio programma elettorale ho inserito i cosiddetti Angeli della sicurezza”.

Si tratterebbe di cittadini volontari, con adeguata formazione, che farebbero rete per difendere le piazze e le strade. Questi volontari lavorerebbero a fianco della vigilanza privata e della polizia municipale. “Ora con quota 100 ci sarà un ricambio dei vigli urbani - ha proseguito il consigliere – non si devono occupare solo di fare le multe ma diventare un punto di forza per la sicurezza della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento