Calenzano, il neosindaco Prestini: "Fra cinque anni nuove scuole e più verde"

Prestini succede a Alessio Biagioli

Il sindaco Riccardo Prestini

Riccardo Prestini è il nuovo sindaco di Calenzano. Alle elezioni del 26 maggio ha ottenuto il 53,44% dei voti con una coalizione di centrosinistra guidata dal Pd. Prestini succede a Alessio Biagioli (ex pd passato a LeU).

E' soddisfatto del risultato ottenuto, il Pd ha retto a Calenzano?
"Sono soddisfatto del risultato e della vittoria al primo turno, lo ritengo un ottimo risultato tenuto conto, da un lato della situazione generale che ha visto una forte affermazione della Lega e, dall’altro lato, di quella particolare di Calenzano, che vedeva quali nostri concorrenti anche una parte della sinistra. Il Pd a Calenzano ha retto alle elezioni amministrative ma anche alle europee, registrando una crescita rispetto alle ultime votazioni politiche".

Qual è la prima cosa che farà come primo cittadino di Calenzano?
"Questo è il mio primo mandato da sindaco e la prima cosa da fare, dopo aver  organizzato la squadra di governo con la composizione della giunta, è mettere a punto e dare il via ai tavoli tematici previsti nel nostro programma. Si tratta di uno strumento che ci consentirà di coinvolgere, ascoltare e dialogare con le realtà economiche e produttive, associative e sociali della città in modo tale da far partecipare attivamente la nostra comunità all’azione di governo per la realizzazione del nostro programma di mandato". 

Ci parli di almeno due obiettivi che intende raggiungere nei prossimi 5 anni
"Nel nostro programma ci sono molti obiettivi ambiziosi, che intendo portare avanti. Mi preme sottolineare la particolare attenzione alle politiche scolastiche: non solo per quanto riguarda l’edilizia, con la realizzazione delle nuove scuole a Dietro Poggio, nella zona di via Mazzini, a Settimello e la riqualificazione del complesso di Carraia, ma anche per quanto riguarda il sostegno e la promozione di nuovi progetti di didattica e di inclusione. 
L’altro obiettivo che voglio raggiungere è rendere fruibile ai calenzanesi larga parte del Parco delle Carpugnane: si tratta di un progetto ambizioso e articolato che trasformerà un’area di circa 40 ettari nel cuore della città in un polmone verde, in cui si potranno fare manifestazioni, attività e sport". 

Per quanto riguarda la giunta ha già in mente qualche nome?
"Sono al lavoro per la composizione della giunta, che presenterò nei prossimi giorni. Penso a una squadra improntata al rinnovamento, con nuove energie per lavorare insieme nei prossimi anni per lo sviluppo di Calenzano".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Maltempo: rischio nevicate in città

Torna su
FirenzeToday è in caricamento