Conte: "Inizia la fase 2". L'autocertificazione resta, sì agli spostamenti per fare visita ai parenti

Le date delle riaperture. Consentita attività motoria individuale distante da casa. No a messe e party, sì a funerali ma solo per i parenti stretti. Mascherine a 50 centesimi

Foto Ansa

“Nella fase 2 sarà fondamentale il comportamento di ciascuno di noi. Se vuoi bene all’Italia bisogna evitare che il rischio di contagio si diffonda. Vogliamo tutti che il Paese riparta ma l’unico modo per convivere è rispettare le distanze. Altrimenti la curva risale e può andare fuori controllo”. Così ha esordito il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, stasera in conferenza stampa da Palazzo Chigi.

Contagi potranno risalire

“Grazie ai sacrifici stiamo riuscendo a contenere il coronavirus e questo è un grande risultato, anche perché ci sono stati momenti in cui ci sembrava sfuggire a ogni controllo. Adesso inizia per tutti la fase di convivenza, la fase due e dobbiamo essere coscienti che la curva di contagio potrà risalire, il rischio c’è e dobbiamo affrontarlo con rigore. Dovremo vigilare, monitorare costantemente, affinchè la curva del contagio non risalga e essere pronti per intervenire in modo tempestivo laddove la curva dovesse diventare critica. Abbiamo predisposto un meccanismo per consentirci di intervenire" ha detto Conte.

Ristorazione, ok con asporto, non si consuma al bar o al ristorante

“Dal 4 maggio sarà possibile la ristorazione con asporto: nessuno pensi che davanti a un bar o a un ristorante possa esserci un assembramento. Si entrerà uno alla volta e il cibo si consumerà a casa o dove è consentito ma non davanti al posto di ristoro”. Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa.

Dal 4 maggio riaprono manifattura e cantieri privati

“Sulle attività produttive abbiamo operato una svolta: dal 4 maggio sarà aperta tutta la manifattura, le costruzioni e il commercio all’ingrosso funzionale alla manifattura e costruzioni. L’apertura parte dal presupposto che le aziende rispetteranno i protocolli di sicurezza su luoghi di lavoro”.

Palestre, piscine, centri socio-culturali sospesi

“Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi”.

Commercio al dettaglio e cultura riaprono il 18 maggio

“Il 18 maggio abbiamo in programma una riapertura del commercio al dettaglio. E anche musei, mostre e biblioteche, allenamenti a squadre in campo sportivo” annuncia Conte.

Ristorazione e parrucchieri riaprono il 1 giugno

“Il 1 giugno è la data in cui vorremmo aprire più ampiamente le attività come bar, ristorazione, parrucchieri, centri estetici e di massaggio, attività di cura della persona”.

Possibile andare a trovare parenti in regione ma con le mascherine

"Per gli spostamenti all’interno della regione aggiungiamo soltanto la possibilità di spostamenti mirati per far visita ai congiunti. Saranno visite mirate fatte con rispetto delle distanze, con adozione di mascherine e divieto di assembramento”

Sport

Può ripartire l'attività motoria individuale anche distante da casa. Dal 4 maggio via libera ad allenamenti dei professionisti per le discipline individuali. 

L'accesso ai parchi, condizionato dal divieto di assembramento

Parchi e giardini riaprono il 4 maggio. “L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici. Bisognerà mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di un metro; il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera". Resteranno chiuse le aree per bambini.

Scuole chiuse o rischio nuova esplosione di contagio

“Le scuole resteranno ragionevolmente chiuse fino alla fine dell’anno scolastico. Tutti gli esperti ci dicono che con le scuole aperte avremo una nuova esplosione del contagio nel giro di una-due settimane” ha dichiarato il premier.

Divieto di assembramento resta, no party privati

"Dal 4 maggio resta il divieto di assembramento in luoghi pubblici e privati, non consentiamo party”.

Prezzo mascherine sarà sui 50 centesimi

“Nella convivenza con il virus dovremo adottare tutte le precauzioni e dispositivi di protezione individuale. I prezzi di mercato delle mascherine saranno calmierati, avremo un prezzo giusto e equo, intorno a 0,50 per le mascherine chirurgiche”

Le imprese e il decreto "Sblocca Italia"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo paese non riparte se non punta sulle imprese. Ci saranno più finanziamenti, anche a fondo perduto, contributi per gli affitti e tagli delle bollette. Non lasceremo da soli gli operatori del turismo, avranno bisogno di una robusta iniezione di fiducia e di sostegno da parte del governo. Stiamo preparando anche un altro decreto sblocca-paese" ha concluso Conte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento