Regionali, centrodestra col candidato "fantasma": Lega verso la rinuncia

Continuano i rinvii sulla scelta. Salvini nicchia e punta alla Puglia: Toscana verso Meloni o Berlusconi

A settembre tutti a dire che il candidato sarebbe arrivato dopo le regionali in Umbria di fine ottobre. Poi è arrivato Natale. E a gennaio l'attesa è stata solo per le elezioni in Emilia Romagna e Calabria di 10 giorni fa. "Al massimo in un paio di settimane dopo l'Emilia faremo il nome del candidato anche in Toscana", giuravano gli esponenti toscani della Lega.

Le due settimane sono passate (e anche i mesi dopo i precedenti appuntamenti) ma il candidato ancora non c'è. E' una via di mezzo fra un giallo in salsa "House of Cards" e una melina la scelta del candidato del centrodestra che sfiderà Eugenio Giani alle elezioni regionali di fine maggio (per le date si parla del 24 o del 31). 

Ad indicare il nome, secondo quanto stabilito dal tavolo nazionale con i leader della coalizione Salvini, Meloni e Berlusconi, spetta alla Lega. Che però continua a nicchiare. O a brancolare nel buio, a seconda dei punti di vista. Tanti nomi fatti (o trapelati), nessuna concretezza: da Susanna Ceccardi, poi finita all'Europarlamento, passando per i sindaci Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che nei giorni scorsi ha fatto sapere di non essere più disponibile: tempo scaduto. Fino all'ultima suggestione del professore euroscettico Alberto Bagnai.

Solo che dietro queste trame c'è uno spettro, quello di una candidatura "a perdere", che fa solo male al centrodestra. Un autolesionismo alimentato dai racconti su un incontro che ci sarebbe stato fra i due "Mattei", Salvini e Renzi, per non farsi male reciprocamente in Toscana e Puglia.

La ricostruzione è stata smentita seccamente più e più volte, è bene dirlo chiaramente, e non solo dai due diretti interessati. Solo che i precedenti storici, dai tempi in cui il centrodestra toscano era in mano a Verdini (che per l'appunto poi è finito insieme a Renzi), fino ai più recenti delle amministrative di maggio scorso con la scelta dell'anti-Nardella a Firenze, hanno lasciato il segno eccome.

La scelta, dicevamo, spetta a Salvini. Che intanto si fa fotografare a cena a Firenze insieme alla fidanzata Francesca, figlia proprio di Denis Verdini. E che, stando alle indiscrezioni, potrebbe anche constatare la "gara deserta" e rinunciare. Chiedendo un rimescolamento delle candidature proprio con la Puglia. Dove però è già il campo l'Eurodeputato di Fratelli d'Italia Raffaele Fitto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli alleati della Lega si dicono "pronti" a indicare il nome se la Lega ci rinuncerà. Stefano Mugnai per Forza Italia, il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi o Giovanni Donzelli per Fratelli d'Italia. Ma più il tempo passa, più Giani avrà vita facile e più il centrodestra darà la sensazione di abdicare anche questa volta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Cosa fare questo fine settimana a Firenze

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento