Botta e risposta tra comune e Aduc per l'omicidio volontario se si guida ubriachi

Aduc definisce incostituzionale la proposta del sindaco Renzi di cambiare l'omicidio da colposo a volontario se si guida ubriachi. La risposta dell'assessore Mattei :"Talvolta miglior figura tacendo"

Dopo il proclamo della settimana scorsa del sindaco Renzi di proporre con il favore della cittadinanza una legge in grado di modificare l'omicidio colposo in volontario nel caso di guida in stato di ebbrezza, scende in campo l'Aduc.

BOTTA - "Il Sindaco di Firenze, in un incontro pubblico per ricordare un giovane ucciso da un motociclista ubriaco, si e' impegnato per una proposta di legge di iniziativa popolare perche' l'omicidio colposo per questi reati sia trasformato in volontario. “Sarebbe bello se Palazzo Vecchio -ha detto Matteo Renzi- fosse la sede dove venire a firmare per una modifica della legge”. Al di la' del sapore populistico a cui e' ispirata questa sortita, evidentemente per raccogliere consensi attraverso appelli alla pancia e non al cervello, il primo cittadino di Firenze dovrebbe a nostro avviso porre maggiore attenzione a cio' che dice: vuole forse il Sindaco cambiare la nostra Costituzione? A parte il caso -improbabile pur se gia' previsto dalla legge- di chi, dopo essersi ubriacato, si mette volutamente al volante con l'intento di ammazzare qualcuno, trasformare la colpa (reato commesso ma non voluto) in dolo (reato che si e' appositamente voluto commettere) e' incostituzionale e viola i più elementari principi del diritto della tradizione giuridica occidentale: sorgerebbe una sorta di responsabilita' oggettiva che contraddice i principi garantisti della Costituzione in materia penale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una lista delle questioni più legata al lavoro del sindaco l'Aduc chiude così:
"Per concludere, un consiglio al Sindaco: per evitare di dire sciocchezze e aiutare concretamente i suoi amministrati a vivere meglio, cambi consulente sul codice della strada:
- prima le presunte carte false che il Comune di Firenze ha fatto per ottenere l'autorizzazione a piazzare autovelox li' dove non possono essere, da cui sono scaturite multe che superano di ben tre volte quelle fatte dalla precedente amministrazione.. vedremo come finira' con le nostre denunce in Procura e i ricorsi al giudice di pace;
- ora anche una proposta chiaramente incostituzionale e forcaiola per punire reati gia' ampiamente punibili... "

RISPOSTA - “Mi colpisce come si debba sistematicamente attaccare l’Amministrazione per dimostrare la propria esistenza. Ma ci sono situazioni e momenti in cui si fa una miglior figura tacendo”. È quanto replica l’assessore alla mobilità e manutenzioni Massimo Mattei all’Aduc intervenuta per criticare la proposta di una legge di iniziativa popolare avanzata dal sindaco Matteo Renzi sul tema degli incidenti stradali. “Questa associazione farebbe bene a sentire il polso della città che è a fianco del sindaco e di una famiglia come quella di Lorenzo Guarnieri colpita da una così grande tragedia. Le speculazioni sistematiche dell’Aduc in situazioni come questa fanno soltanto tristezza” conclude l’assessore Mattei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

Torna su
FirenzeToday è in caricamento