La storia delle maschere di Carnevale toscane

Aspettando la feste più colorata dell’anno, ripercorriamo insieme la storia delle maschere del carnevale toscano

Stenterello in una pittura del 1800 (Wikipedia)

Re Giocondo

In provincia di Arezzo, precisamente a Foiano della Chiana, si festeggia uno dei Carnevali più antichi d’Italia, una tradizione che risale al lontano 1539.

Tra le sue maschere tradizionali Foiano c’è Re Giocondo, protagonista della caratteristica sfilata di carri allegorici, nonché emblema del Carnevale stesso. Durante i festeggiamenti, Re Giocondo diviene protagonista di un rito antichissimo, forse di origine contadina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ogni anno questo fantoccio gigante fatto di stracci e paglia viene imbottito di petardi e, dopo aver letto il suo testamento in rima che ripercorre l’anno appena trascorso, viene bruciato con delle lanterne nella piazza principale della città.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento