Pitti Bimbo: le sfilate da non perdere

Dalla sfilata di Monnalisa alla Leopolda al fashion show di "Children's fashion from spain: We are the future" per chiedere di salvare il pianeta

Monnalisa

Un evento da non perdere a Pitti Bimbo 90: il brand toscano Monnalisa, da 50 anni leader nell’abbigliamento premium per bambini, presenterà la nuova collezione con una speciale sfilata giovedì 16 gennaio, alla Stazione Leopolda. 

Emilio Pucci Junior 

Palazzo Pucci torna ad ospitare la presentazione della collezione Emilio Pucci Junior Fall/Winter 2020/21. La Colazione a Palazzo si conferma l’evento di apertura del secondo giorno di Pitti Bimbo, venerdì 17 gennaio, una tappa che racconta la linea Junior attraverso un concept frizzante e creativo.
 
Stagione dopo stagione la bimba firmata Emilio Pucci rafforza la propria identità declinando con sicurezza motivi e colori iconici in un sorprendente gioco di intarsi e abbinamenti cromatici. Heliconia si ripropone protagonista del tema più iconico della collezione. Monreale vive nel daily, con le sue geometrie frizzanti ed energetiche che donano ai capi una connotazione contemporanea e moderna. Il Mini Me traduce il tema Siren’s Song della collezione ready-to-wear della donna.

Flag Trails: il fashion show di KidzFizz

KidzFizz è il concept lab del kidswear che accoglie, all’interno di The Kid’s Lab al Top Floor del Padiglione Centrale, i brand più innovativi, sperimentali, insoliti, coraggiosi, aperti al nuovo e capaci di sorprendere. Il fashion show vedrà in passerella, sempre negli spazi di The Kid’s Lab,  le collezioni di: Infantium Victoria, Phi Clothing, Alitsa, Donsje Amsterdam, Ledum, Mia Bu Milano, C'era una Volta, Nupkeet 1946, Miss L.Ray.

Sfilata nel Padiglione Centrale, all'ultimo piano. Il 17 gennaio alle 14:30

Sfilata di Children's fashion from spain: We are the future

L’infanzia fa sentire la sua voce per chiedere agli adulti un futuro migliore. Una chiamata urgente all’azione per salvare il pianeta dal cambiamento climatico e ripensare al futuro dal punto di vista dell’uguaglianza e della sostenibilità. Lo show si terrà nella sala della Ronda il 16 gennaio alle 12:00.

 Stop plastic pollution! Go Green! There is no planet B! Recycle! Save animals! sono alcuni dei loro slogan. Con cartelloni e colori, bambini e bambine si appropriano della città, simbolo dell’inquinamento e dell’individualismo più spietato, per trasformare le strade in murales rivendicativi pieni di graffiti colorati, ed esigere spazi verdi, inclusivi e abitabili.
 
La moda infantile spagnola agisce in questo modo come portavoce dei più piccoli puntando su tessuti ecologici, con riferimenti diretti alla natura negli stampati e nella palette cromatica. Arancioni, marroni, verdi, rossi e toni neutri riempiono di colore i vestiti, in contrasto con i toni scuri, dettagli brillanti e metallizzati propri della città e delle collezioni più chic.
 
Dove prima c’era solo asfalto crescono giardini urbani autogestiti e le ruote si trasformano in altalene improvvisate. I più piccoli fanno del riciclaggio il loro stile di vita e di gioco, con vestiti confortevoli dal marcato stile urbano per affrontare l’inverno.
 
Un invito a cambiare il nostro stile di vita perseguendo principi ambientali che ci mettono in connessione con il pianeta e con l’umanità. Tra i brand in passerella: Abel & Lula, Boboli, Mayoral, Tuc Tuc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Coronavirus: Rossi-Burioni, rissa sui social per la quarantena dei cinesi

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

Torna su
FirenzeToday è in caricamento