Arriva il gelo: come proteggere contatori e tubature dell'acqua

Bastano pochi accorgimenti per evitare danni

In vista del repentino abbassamento delle temperature e del gelo previsto nei primi giorni, Publiacqua  ricorda e raccomanda  a tutti gli utenti di provvedere a proteggere con scrupolo il proprio contatore dell’acqua con materiali isolanti o con stracci di lana, per evitarne la rottura a causa del gelo. La conseguenza, infatti, sarebbe la cessazione dell'erogazione di acqua per il tempo necessario alla sostituzione del contatore da parte della società,  e i costi  a carico degli utenti.

Publiacqua ricorda anche che un problema a parte è rappresentato dalle seconde case, inabitate nel periodo invernale, dove il ghiaccio può provocare la rottura di tubazioni e termosifoni. Anche in questo caso si raccomanda, oltre che proteggere il contatore, di tenere sotto controllo le tubazioni del proprio impianto interno adottando, al bisogno, qualche piccolo accorgimento come quello di mantenere un minimo flusso da un rubinetto per evitare il congelamento delle tubazioni esposte.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente alle Cure, giovane in condizioni disperate: il guidatore dell'auto era ubriaco / FOTO

  • Politica

    Tiziano Renzi dagli arresti domiciliari: "Solo ricostruzioni false, giustizia sarà fatta"

  • Cronaca

    Tramvia: due giorni di festa a Novoli per la linea 2

  • Cronaca

    Santo Spirito dopo la rapina alla gelateria, i commercianti: "Episodio isolato, qui stiamo bene"

I più letti della settimana

  • "Quattro ristoranti": la trattoria che ha detto "no" allo chef Borghese

  • Alessandro Borghese a Firenze: ecco i "Quattro ristoranti" in gara

  • Tramvia: linea 2 strapiena, la protesta di un fiorentino

  • Tragedia a Calenzano: 21enne muore in polisportiva

  • Incendio all'Uci Cinemas di Campi Bisenzio: evacuate 1200 persone

  • Morto Salvatore Spera: il re della pizza a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento