Arriva il gelo: come proteggere contatori e tubature dell'acqua

Bastano pochi accorgimenti per evitare danni

In vista del repentino abbassamento delle temperature e del gelo previsto nei primi giorni, Publiacqua  ricorda e raccomanda  a tutti gli utenti di provvedere a proteggere con scrupolo il proprio contatore dell’acqua con materiali isolanti o con stracci di lana, per evitarne la rottura a causa del gelo. La conseguenza, infatti, sarebbe la cessazione dell'erogazione di acqua per il tempo necessario alla sostituzione del contatore da parte della società,  e i costi  a carico degli utenti.

Publiacqua ricorda anche che un problema a parte è rappresentato dalle seconde case, inabitate nel periodo invernale, dove il ghiaccio può provocare la rottura di tubazioni e termosifoni. Anche in questo caso si raccomanda, oltre che proteggere il contatore, di tenere sotto controllo le tubazioni del proprio impianto interno adottando, al bisogno, qualche piccolo accorgimento come quello di mantenere un minimo flusso da un rubinetto per evitare il congelamento delle tubazioni esposte.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Fiorentina, bomba del New York Times: "Commisso vicino all'acquisto del club"

  • Cronaca

    Forteto: un decreto regionale ha sciolto la Fondazione

  • Economia

    Difesa del contratto di lavoro: sciopero nazionale dei metalmeccanici a Firenze

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni, Nardella chiude la campagna elettorale: “Vinceremo domenica per i nostri figli e per l'Italia” / FOTO

I più letti della settimana

  • Blitz dei Nas in ristorante giapponese: anomalie nell'abbattimento del pesce

  • Incidente stradale, auto fuori strada: morto un giovane di 26 anni

  • Abbandona un gattino per strada: rintracciato e denunciato

  • Elezioni comunali Firenze 2019: come si vota

  • Incidente a Campi Bisenzio, sbaglia marcia e sfonda la vetrata del supermercato / FOTO

  • Autostrada A1: auto in fiamme in galleria, tratto chiuso e poi riaperto. Lunghe code

Torna su
FirenzeToday è in caricamento