Rifiuti: la differenziata cresce e sfiora il 50%, ma l'obiettivo del 65% è lontano

Grandi differenze tra le diverse aree regionali, la crescita media è del 2% ma l'obiettivo stabilito per il 2012 è ancora un miraggio

Rifiuti in centro

La Regione Toscana nel 2015 ha sfiorato il 50% di raccolta differenziata, un aumento di 2 punti sul 2014. Una buona notizia dunque, anche se l'obiettivo del 65% resta lontano per molti comuni, a partire da Firenze.

La produzione di rifiuti urbani in Toscana nel 2015 è stata pari a 2,25 milioni di tonnellate, in lieve calo rispetto all'anno precedente  (-1%). La produzione pro-capite media di rifiuti è scesa di circa 3 chili, dai 603 del 2014 ai 600 chili del 2015.

A livello di Ato (Ambito territoriale ottimale, i 3 'distretti' nei quali è burocraticamente suddivisa la Toscana) il risultato migliore in termini di efficienza nella raccolta differenziata è stato quello dell'Ato Toscana Centro (Firenze, Pistoia e Prato) con il 57,38% (+1,9% sul 2014), segue l'Ato Toscana Costa (Livorno, Lucca, Massa e Pisa) con il 52,58% e l'Ato Toscana Sud (Arezzo, Grosseto, Siena), fermo ad un misero 38,9%.

Tutti i grandi comuni sono comunque ancora lontani dall'obiettivo del 65% di raccolta differenziata, che secondo le normative europee e nazionali avrebbe dovuto essere raggiunto già 5 anni, nel 2012.

Nel 2014, ad esempio, Firenze era ancora ferma al 51,1%. Secondo alcuni comitati il mancato raggiungimento degli obiettivi avrebbe comportato un grosso aumento dei costi di smaltimento: tali comitati hanno quindi presentato nel novembre scorso un esposto alla Corte dei Conti, contro il comune di Firenze, per presunto danno erariale per diversi milioni di euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Giovanissime scattano selfie pericolosi sul tetto: incubo Blue Whale 

    • Cronaca

      Georgofili: il ricordo di Firenze a 24 anni dalla strage

    • Cronaca

      Ponte Santa Trinita, barriere inutili. Nardella: "Ho qualche dubbio"

    • Cronaca

      Protesta in scuole e asili nido: scatta lo sciopero

    I più letti della settimana

    • Emergenza ungulati: ultrasuoni per difendere le coltivazioni

      Torna su
      FirenzeToday è in caricamento