Lungarno Vespucci, nuova pista ciclabile: cambia la viabilità

Costo previsto 294mila euro, collegherà piazza Vittorio Veneto a piazza Goldoni

Sarà pronta entro l'anno un nuovo tratto di pista ciclabile sul lungarno Vespucci, tra piazza Vittorio Veneto e piazza Goldoni, un tratto di circa 1 chilometro. Il progetto esecutivo del percorso, in continuità con la pista di lungarno Corsini, è stato approvato dall'ultima giunta comunale del 2017. Costo previsto quasi 294mila euro.

In dettaglio si tratta del completamento della pista ciclabile in destra d’Arno, per dare continuità al percorso dal ponte Santa Trinita a piazza Vittorio Veneto, con eccezione del tratto prospiciente il consolato Usa, dove non è previsto un intervento specifico dato che il lungarno è pedonalizzato. La pista ciclabile è prevista in sede propria sulla carreggiata stradale, separata dalla parte carrabile da un cordolo adiacente il marciapiede del lungarno, lato fiume, che quindi torna ad essere dedicato esclusivamente ai pedoni.

Modifiche alla viabilità

La realizzazione della pista sulla carreggiata comporterà una riorganizzazione della viabilità veicolare: il tratto del lungarno Vespucci tra piazza Ognissanti e piazza Goldoni diventerà a senso unico verso Ponte alla Carraia. La viabilità inversa, peraltro scarsa, sarà garantita dal lungarno Soderini, già a senso unico verso Ponte Vespucci.

Il tratto successivo del lungarno, ovvero quello tra piazza Ognissanti e Ponte Vespucci, rimarrà invece a doppio senso di circolazione. Il mantenimento del doppio senso è previsto anche nel tratto tra via Magenta e il consolato Usa, nessuna variazione neanche per il tratto piazza Vittorio Veneto-via Magenta che rimarrà a senso unico in direzione centro.

Per la pavimentazione sarà utilizzato conglomerato bituminoso in continuità con la sede stradale destinata ai veicoli a motore. Nell’occasione sarà anche rifatta la pavimentazione dei marciapiedi. Per il cordolo sarà utilizzata la stessa tipologia di materiale usato per la delimitazione del marciapiede, ovvero granito, affiancando due liste parallele delle stesse dimensioni in modo da avere una larghezza di 50 centimetri e un’altezza di 15.

Tempi

La gara di appalto - fa sapere Palazzo Vecchio - sarà bandita a breve, per avere l’aggiudicazione dei lavori alla ditta vincitrice a marzo, poter avviare i lavori in estate e ultimare le opere entro il 2018.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento