Bike sharing, Gobee Bike introvabili: servizio ko e possibile addio

Il secondo operatore dopo Mobike è in crisi, l'assessore Bettarini: “Qualche problema c'è”

Introvabili sull'app e sparite dalla città. Le bici verdi di Gobee Bike sono praticamente scomparse, dopo essere state presentate a Palazzo Vecchio nel dicembre scorso, come secondo operatore di bike sharing dopo Mobike.

Più alte e più leggere delle Mobike, ne erano state messe in circolazione 400, in vista di un ampliamento della flotta. Ma qualcosa non è andato, con voci che si rincorrono su una crisi dell'azienda che le gestisce e su un possibile addio alla città.

Qualche problema c'è, abbiamo convocato i vertici”, ha ammesso oggi in consiglio comunale l'assessore all'urbanistica Stefano Bettarini, rispondendo ad un question time di Giacomo Trombi (Firenze riparte a sinistra).

L'assessore non si è comunque scomposto. “Il servizio è stato affidato con bando pubblico e se i requisiti previsti non sono rispettati (di bici ormai pare non ce ne siano più, ndr) possiamo ritirare l'assegnazione e affidare il servizio ad un altro gestore”, spiega Bettarini.

“Il servizio di bike sharing resta comunque di grande gradimento, con 10mila utilizzi al giorno per Mobike (l'altro operatore, ndr)”, conclude Bettarini, confermando l'arrivo a breve delle nuove bici arancioni, più alte e con tre marce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trombi pone l'attenzione anche su un'altro problema, quello della 'compravendita' dei dati sensibili. “A quanto pare per le società di bike sharing il vero affare è quello dell'acquisizione e della vendita dei dati dell'utente, concessi nel momento in cui viene scaricata l'app - ha detto Trombi -. Sono dati appetibili perché accolgono spostamenti e orari precisi e sul mercato valgono molto. Sarebbe necessario fare in modo che siano protetti il più possibile e che ci sia la possibilità di rivalersi su chi ne abusa”. Le norme sulla protezione dei dati però, come risposto da Bettarini, non dipendono dall'amministrazione comunale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Tramvia, Nardella annuncia modifiche: arriverà vicino al Duomo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento