Dal degrado alla bellezza: nuova aiuola in piazza stazione

Al via l'inaugurazione della nuova aiuola in Piazza Stazione a Firenze domani 16 Luglio 2018.L'azienda fiorentina Chi.Ma Florence S.p.A. ha realizzato la nuova aiuola in Piazza Stazione restituendo alla città una nuova area verde.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Dal degrado alla bellezza pura, questa è l’evoluzione dell’area verde di piazza Stazione a Firenze. Chi.Ma Florence spa si è presa cura dell’area verde e l'ha trasformata in una bellissima aiuola fiorita, investendo oltre 30 mila euro per i lavori di rifacimento e per la manutenzione, che garantirà nei prossimi due anni.

2500 metri di verde pubblico, 4 aiuole recintate e curate in ogni dettaglio, arbusti e rose che verranno manutenute sempre ad opera di Chi.Ma Florence. Il comune di Firenze aveva messo a bando un progetto di riqualificazione per quest’area, ormai divenuta un non-luogo troppo spesso utilizzato per il bivacco.

L’azienda che dal 1870 è specializzata nel noleggio e nel lavaggio di biancheria e tovagliati per hotel e ristoranti, lo ha vinto ed è divenuta così sponsor, con l’entusiasmo e la consapevolezza di chi vuole dare il massimo per la città, per i turisti, per i propri clienti. ChiMa ha presentato una proposta ambiziosa: raccontare qualcosa di sé e del proprio modo di lavorare attraverso un’opera destinata a Firenze. Ripulire quindi quell’area, posizionata in uno dei luoghi cardine della città, prendersene cura, realizzare un’opera di qualità; valori questi che descrivono l’approccio di Chi.Ma al proprio lavoro. Non solo pulizia, infatti, ma sanificazione, in modo che il prodotto sia riportato alla purezza originale. Perché la vera bellezza per la biancheria da hotel consiste nella sicurezza della pulizia assoluta, anche quella che non si vede. E attenzione a che tutto il processo sia svolto con la massima qualità, dal processo interno a quello esterno, con un trasporto della biancheria fatto senza mai farle toccare terra. <>- dice Pietro Occhibove, commerciale di Chi.Ma Florence S.p.A. < Il rinnovamento, il recupero della bellezza sono nel dna della nostra realtà aziendale - continua Pietro Chirico di Chi.Ma- per questo motivo abbiamo sentito giusto partecipare e dare qualcosa a Firenze e ai fiorentini. Lavoriamo con hotel e strutture da quando abbiamo iniziato la nostra attività, interviene Ilenia Chiari, direttore Marketing di Chi.Ma - Firenze è la nostra città da sempre, e non è certo un caso che il suo simbolo per eccellenza, il giglio, sia all’interno del nostro logo. Firenze racconta una storia millenaria in cui il lavoro veniva svolto con attenzione e cura, perché tutto fosse perfetto, anche i particolari che non sono visibili a colpo d’occhio. Così Chi.Ma ha sempre lavorato perché la pulizia non visibile, la sanificazione, fosse garanzia di qualità. Lo dobbiamo anche a questa città e ed abbiamo scelto con questo gesto di contribuire a creare bellezza per questa città che è unica nel mondo. In particolare il luogo della stazione di Firenze, davanti alla chiesa di Santa Maria Novella- continua Ilenia Chiari -è una porta d’accesso alla città, e volevamo che chiunque potesse avere il nostro benvenuto in città attraverso un’area pulita, restituita alla bellezza. Raccontare in poche righe Chi.Ma Florence è un’impresa non da poco. È oggi una realtà che occupa 120 persone, in uno stabilimento di 7000 mq e prepara oltre 7.000 tonnellate di biancheria all’anno, completamente sanificata e controllata in tutto il processo, compreso il percorso di trasporto. Siamo partner di Assosistema che che rappresenta in tutta Italia i servizi di sanificazione e sterilizzazione dei dispositivi tessili utilizzati in ospedali, case di cura, cliniche private, hotel e ristoranti. Rise&shine purified beauty è la frase che racchiude tutto questo, lo è nel nostro lavoro e ancor più per la città di Firenze. È importante ritrovare le proprie origini e riportarle alla bellezza, farle brillare di quella bellezza che nasce dal rinnovamento. È come un nuovo Rinascimento in cui tutti dobbiamo impegnarci per creare bellezza, e per far sì che duri. L’aiuola fiorita sarà inaugurata oggi in concomitanza con l’apertura al pubblico della linea Leonardo-Careggi e potrà essere ammirata anche dalla tramvia che le passa proprio accanto. Chi.Ma Florence che ha sponsorizzato la realizzazione per 30mila euro ne curerà la manutenzione per due anni.

I più letti
Torna su
FirenzeToday è in caricamento