Fondazione scienza e tecnica: presentato il Giornale Agrario online

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

La Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze ha presentato il nuovo Giornale Agrario online. L’iniziativa, sostenuta dall’Assessorato al Diritto alla salute, al welfare e all’integrazione sociosanitaria e sport della Regione Toscana, inserita nell’ambito del progetto “Dalla scienza al piatto”, è il frutto della collaborazione tra la Fondazione Scienza e Tecnica, il Museo Galileo e l’Accademia dei Georgofili, con il supporto dell’Unione Agricoltori di Firenze. Il Giornale Agrario, fondato nel 1827 da Cosimo Ridolfi, Lapo de' Ricci, Raffaello Lambruschini e Giovan Pietro Vieusseux, aveva lo scopo di contribuire all’istruzione degli agricoltori e migliorare le loro condizioni di vita e di salute, nel quadro del potenziamento dell’agricoltura e dei sistemi di lavorazione dei campi. A presentare la versione online con Donatella Lippi, Presidente della Fondazione, erano presenti Paolo Nanni, georgofilo, Professore Aggregato di Storia dell’agricoltura e del paesaggio (Università di Firenze), Luca Giannozzi, Presidente dell’Unione Provinciale Agricoltori, e Stefano Casati, responsabile della Biblioteca Digitale del Museo Galileo, che illustrerà il funzionamento del database, attraverso una ricerca simulata. “Con questo evento, la Fondazione Scienza e Tecnica ha valorizzato ulteriormente il suo fondo librario, che è estremamente cospicuo - ha affermato Donatella Lippi -: la Biblioteca del Museo, infatti, nacque nel corso dell'Ottocento come supporto per l'insegnamento e come strumento di aggiornamento per gli insegnanti dell’antico Istituto Tecnico Toscano, arricchendosi di monografie e riviste, che oggi rappresentano un patrimonio di grandissimo valore”. Dagli attrezzi e strumenti all’istruzione, alle coltivazioni (vite, olivo, grano in testa alla lista), all’allevamento, alla cura dei boschi, all’assetto e sistemazione del territorio, alla economia domestica: il periodico affrontava anche questioni di educazione sanitaria, occupandosi delle patologie carenziali, che affliggevano la popolazione toscana, spesso colpita da malattie legate a ipoalimentazione e problemi igienico-sanitari. La rivista fa parte della collezione di periodici della Biblioteca del Museo della Fondazione Scienza e Tecnica, che conta circa 500 testate tra cui molte straniere. A partire dal 1863, infatti, essendo stato chiuso l’Istituto Agrario delle Cascine dell’Isola fondato da Ridolfi, l’Istituto Tecnico vide incrementata la sua attività anche con il nuovo insegnamento di Agraria e Agrimensura. La biblioteca possiede le annate che vanno dal 1827 al 1865 per un totale di 39 volumi. Ogni volume è corredato da tavole illustrate e indici. Dal 1830 il Giornale Agrario toscano si fonde con gli Atti della Accademia dei Georgofili perché due opere così “uniformi nello scopo” avrebbero tratto sicuramente reciproco. Il lavoro di acquisizione delle immagini ha richiesto l’elaborazione dei metadati di base per il salvataggio delle risorse digitali nel repository (copia per lunga conservazione), l’inserimento del materiale nel gestionale delle risorse digitali per consentire la pubblicazione e l’elaborazione del formato immagini per la consultazione Web metadati. Le pagine del periodico sono state oggetto di catalogazione e spoglio per facilitare l’accesso on line alla risorsa elettronica. Al progetto hanno collaborato anche gli studenti del Salvemini-Duca d'Aosta nel progetto di alternanza scuola-lavoro Il Giornale Agrario online è consultabile a questi tre indirizzi: Giornale agrario toscano: https://bibdig.museogalileo.it/Teca/Viewer?an=1047335 Continuazione degli Atti dell'Imp. e Reale https://bibdig.museogalileo.it/Teca/Viewer?an=1051890 Bullettino agrario https://bibdig.museogalileo.it/Teca/Viewer?an=1054886

I più letti
Torna su
FirenzeToday è in caricamento