Casa: a Scandicci alloggi per l'autonomia degli under 40

Pronti in autunno per l'acquisto e la locazione. Un bando per l'assegnazione

Verranno ultimati entro l'autunno in via della Pieve a Scandicci 40 alloggi di nuova costruzione, l'80 percento dei quali sarà riservato a giovani sotto i 40 anni per la loro autonomia familiare: 22 delle 40 case saranno affittate a canoni agevolati, mentre le altre 18 potranno essere acquistate con patti di futura vendita a prezzi inferiori a quelli di mercato per appartamenti nuovi.

Gli alloggi sono realizzati da InvestiRe Sgr Spa, società di gestione del fondo di investimento immobiliare etico "Fondo Housing Toscano"; come previsto dalla convenzione i beneficiari saranno individuati con procedura pubblica dal Comune di Scandicci. Gli interessati possono partecipare al bando che sarà pubblicato dall'amministrazione comunale dal 10 settembre fino al 10 ottobre 2018, ma nel frattempo hanno la possibilità di chiedere informazioni riguardo ai requisiti e alle modalità di partecipazione, di verificare la propria posizione economica e reddituale, e infine di valutare e prendere una decisione in merito.

“E' un'opportunità per i giovani che vogliono rendersi indipendenti e iniziare a costruirsi un futuro come famiglia – dice il sindaco Sandro Fallani – sappiamo che uno dei maggiori problemi della nostra società in questo momento è proprio quello della casa e dell'indipendenza familiare per i giovani, anche per le coppie con due persone che lavorano; questa è una prima risposta concreta rivolta sia a chi è deciso ad orientarsi verso un affitto, sia invece a chi preferisce acquistare la casa ma non ha immediata possibilità di farlo”. 

Per l'acquisto di uno degli alloggi con patto di futura vendita il nucleo familiare deve versare all'inizio una caparra confirmatoria del 10 percento del costo, prendere possesso dell'immobile, e in seguito per otto anni pagare un fisso mensile - costituito da una parte di affitto agevolato e da una rata di acquisto - il cui 50% sarà accantonato come anticipo sul valore della casa; all'ottavo anno la famiglia avrà già pagato circa il 25% del valore dell'immobile e procederà con il contratto d'acquisto definitivo, pagando (e quindi eventualmente chiedendo al massimo un mutuo di circa il 75 percento dell'importo) la parte restante.

Solo a titolo esemplificativo, nel caso di un appartamento di tre vani con balcone, posto auto coperto e soffitta il costo sarà pari a 209.677 euro oltre iva e spese; sarà quindi prevista una caparra confirmatoria di 20.966 euro (non soggetta ad Iva) e un fisso mensile di 607,76 euro più Iva; dopo otto anni, alla stipula del contratto definitivo, saranno già stati pagati 50.138 euro.

L'opzione affitto agevolato prevede invece un contratto iniziale 3+2, con canone mensile pari al valore minimo fissato dai patti territoriali, così come già avviene per altri alloggi di edilizia residenziale sociale nel territorio. Prendendo ad esempio il solito appartamento citato prima (tre vani con accessori), l'affitto sarebbe pari a 544,84 euro al mese. I costruttori dell'immobile sono vincolati a destinare i 22 alloggi ad affitto agevolato per 25 anni. Nel caso che per mancanza di richieste i 18 alloggi destinati al patto di futura vendita non vengano tutti utilizzati per questa finalità, la parte restante dovrà essere messa in affitto per un periodo minimo di 15 anni, con un canone pari al valore medio fissato dai patti territoriali.

Tutte le informazioni riguardanti il futuro bando sul sito www.comune.scandicci.fi.it, all'indirizzo email bandoabitare@comune.scandicci.fi.it.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento