Festambiente della Piana dal 6 al 8 giugno al parco di Villa Montalvo

Divertimento, musica, teatro, cinema, ma anche dibattiti, cene a tema e molte attività per i più piccoli

Si terrà nel Parco della Piana a Villa Montalvo la prima edizione dell’eco festival di Legambiente che vedrà intrecciarsi tematiche ambientali, ecologiche e sociali con la buona cucina, lo spettacolo d’autore e dell’ottima musica.

Dal 6 al 8 giugno il parco Montalvo a Campi Bisenzio diventerà palcoscenico di convegni, dibattiti, confronti politici senza dimenticare però il divertimento, la musica il teatro. Tutto questo accompagnato anche dalla ristorazione bio, bar e degustazioni. Importante lo spazio dato anche ai laboratori didattici per i bambini.

“Una prima edizione che vuole essere testimonianza attiva di quanti valori può evocare e promuovere la Piana a tutta la comunità regionale toscana – spiega il presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza -. Un luogo spesso dimenticato, in cui confinare funzioni sgradite agli altri poli della città metropolitana. E che invece noi vogliamo mettere al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica in vista di un auspicabile riscatto sociale, ambientale e territoriale”.

L'eco-festival è organizzato da Legambiente con la collaborazione e il patrocinio del comune di Campi Bisenzio, di Regione Toscana, Provincia di Firenze e Provincia di Prato e di Cesvot e con il “partenariato di UniCoop Firenze e Publiacqua.

“Da parte nostra – afferma Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio – la soddisfazione e l'orgoglio di poter ospitare la prima edizione di Festambiente della Piana nel parco di Villa Montalvo, luogo che ha una vocazione adatta ad ospitare eventi di tale importanza. Con questa manifestazione viene, inoltre, dato un grande riconoscimento al comune di Campi Bisenzio ed alla Piana spesso conosciuta per aspetti scomodi e negativi sul lato ambientale che però con questo evento si dimostra che ha grandi potenzialità ed elementi positivi da sviluppare”.

Alla presentazione che si è tenuta questa mattina alle Giubbe Rosse ha partecipato anche l’assessore regionale alla pianficazione territoriale Anna Marson  che ha sottolineato come la festa arrivi in un momento cruciale per le decisione che devono essere prese per il territorio.

La capacita' di trasformare la piana da "retro" delle urbanizzazioni che vi si affacciano in "luogo" centrale caratterizzato da specifiche qualità , vistio che siamo al centro dell'area più densamente urbanizzata di tutta la Regione.  E' un banco di prova decisivo per le politiche pubbliche locali, regionali e nazionali, ma anche per le associazioni e i cittadini tutti. Troppo spesso anche nelle rappresentazioni pubbliche si parla di piana solo in funzione dell'aeroporto, come se si trattasse di un vuoto da riempire. La festa organizzata da Legambiente è un modo per tornare sulla Piana non come vuoto da riempire ma come pieno di valori da conoscere, di beni da valorizzare, di territorio agricolo come opportunità, anche occupazionali ed economiche, se lavorato e curato in quanto tale”

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Cosa fare per San Lorenzo a Firenze e dintorni

I più letti della settimana

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Ondata di caldo: codice rosso oggi a Firenze

  • Ubriaco fa una nuotata in Arno poi cammina nudo in centro / FOTO

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

Torna su
FirenzeToday è in caricamento