Corsi di formazione per dirigenti scolastici e insegnanti con riconoscimento del MIUR

Arte contemporanea, sostenibilità e il ruolo che possono giocare nel futuro cultura e educazione

In virtù del successo delle scorse edizioni e con la finalità di offrire ai docenti gli strumenti più aggiornati e innovativi nel dialogo musei, cultura e società contemporanea, MUS.E e Murate Art District – con le Chiavi della Città – Direzione Istruzione, l’Ufficio UNESCO del Comune di Firenze e i Musei Civici Fiorentini – propongono ai dirigenti e agli insegnanti delle scuole due corsi gratuiti di aggiornamento e formazione su due temi fondanti la nostra attualità. Il primo corso è centrato sulla sostenibilità e sul ruolo che la cultura e l’educazione possono giocare nella sfida per il futuro, in linea con quanto stabilito anche dal Ministero d’intesa con l’ASviS (Alleanza  Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), mentre il secondo è teso a conoscere meglio i caratteri e i linguaggi dell’arte contemporanea, nella convinzione che l’arte del nostro tempo possa aiutare piccoli e grandi a sviluppare uno spirito critico e riflessivo sul presente e sulla realtà che ci circonda.  Entrambi i corsi hanno avuto il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e sono rivolti ai dirigenti e agli insegnanti di ogni ordine e grado.

Musei e Cultura per uno Sviluppo Sostenibile. Un’educazione di qualità, equa e inclusiva per imparare “a stare al mondo” 

Nell’intreccio fra obiettivi  internazionali,  indicazioni scolastiche e programmi didattici, l’attenzione è focalizzata non solo sulle conoscenze specifiche ma anche e soprattutto sulle abilità e sulle competenze metacognitive, metodologiche e sociali, che il giovane individuo – cittadino della comunità e della globalità – saprà applicare e sviluppare in forma autonoma e responsabile nelle molteplici situazioni della vita. E’ questa una delle finalità principali del percorso scolastico attuale ma è questo anche uno degli obiettivi fondanti dell’Agenda 2030 definita dall’UNESCO per un’Educazione allo Sviluppo Sostenibile, per la quale è prioritario “fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”. In questo contesto il patrimonio, i beni culturali e i musei giocano un ruolo chiave: spazi di piacere, di esperienza e di apprendimento, terreni multidisciplinari aperti nei quali sviluppare comportamenti individuali e collettivi insieme etici ed estetici, grazie ai quali sviluppare una cura di sé e dell’altro e promuovere una ricchezza intangibile e inestimabile. Il corso si offre come un’occasione formativa che suggerisce una nuova visione della sfera educativa intrecciando obiettivi delle Indicazioni Nazionali e dell’Agenda 2030, soprattutto l’obiettivo 4 dedicato all’istruzione di qualità, invitando  all’integrazione fra strategie e programmi scolastici e una globale – eppure così specifica e singolare – Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS). Pertanto, l’esperienza prevista si propone come un processo di formazione innovativo integrando i principi di Sostenibilità, nelle sue sfaccettature di sostenibilità educativa e culturale, con una metodologia didattica partecipata mirata alla conoscenza e alla gestione del patrimonio culturale del territorio, alla capacità di percepirlo e di trasmetterlo alle generazioni future. QUI il sito

Calendario degli incontri
martedì 14/01 ore 17.00-19.00
martedì 21/01 ore 17.00-19.00
martedì 28/01 ore 17.00-19.00
martedì 4/02 ore 17.00-19.00
martedì 11/02 ore 17.00-19.00

E’ arte? Osservare, capire, interpretare ed esprimersi con i linguaggi artistici del nostro tempo 

Tutti i programmi scolastici prevedono un graduale avvicinamento alla storia dell’arte occidentale, secondo una sequenza cronologica che si affianca all’apprendimento delle grandi epoche e vicende storiche e che giunge, nel migliore dei casi e comunque solo nell’ambito dell’istruzione superiore, alla metà del XX secolo. Le avanguardie e i grandi movimenti della prima metà del Novecento segnano così le frontiere della rottura e dell’innovazione artistica, lasciando i bambini, i giovani ma anche gli adulti sprovvisti degli elementi di base per una lettura dell’arte che in realtà ci è più vicina, almeno in termini temporali. E’ questa una delle ragioni per cui di fronte alla produzione e all’espressione contemporanea i sentimenti più diffusi sono lo “spaesamento” e, conseguentemente, il disagio, la distanza e il disinteresse. L’opera contemporanea – a maggior ragione se installazione o azione performativa – disorienta i più, determinando un’evidente separazione fra gli artisti del nostro tempo e il pubblico del nostro tempo. Il corso si presenta come un’occasione di “alfabetizzazione artistica” verso le forme, i linguaggi e le poetiche degli artisti degli ultimi cinquant’anni, offrendo gli elementi principali per un avvicinamento più consapevole all’arte del nostro tempo. QUI il sito

Calendario degli incontri
mercoledì 15/01 ore 17.00-19.00
mercoledì 22/01 ore 17.00-19.00
mercoledì 29/01 ore 17.00-19.00
mercoledì 5/02 ore 17.00-19.00
mercoledì 19/02 ore 17.00-19.00

Gli incontri si svolgeranno presso Murate Art District (piazza delle Murate, Firenze).
La partecipazione è gratuita e obbligatoria.
Per informazioni e iscrizioni:
Tel. 055-2616788, didattica@muse.comune.fi.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La risonanza magnetica più potente al mondo è al campus Unifi

  • Open day delle scuole dell'Università di Firenze: quando e come iscriversi

  • Giurati del David di Donatello: ecco come iscriversi

  • Istituto Modartech, open day a Firenze

  • Sessualità e empatia: gli incontri dedicati agli studenti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento