Wonderful Chopin

Sempre amato da tutti, non si può non apprezzare la sua musica.
Il suo successo universale come compositore, la sua associazione (anche se solo indiretta) con l'insurrezione politica, la sua vita sentimentale e la morte precoce hanno fatto diventare Chopin un mito del romanticismo. 

BALLATA N.1 IN SOL MINORE OP. 23
BALLATA N.2 IN FA MAGGIORE OP. 38
BALLATA N.3 IN LA BEMOLLE MAGGIORE OP.47
BALLATA N.4 IN FA MINORE OP. 52
EROICA POLONAISE IN LAB MAGGIORE OP. 53 
Le 4 ballate per pianoforte sono una novità assoluta nella storia della musica.
Esse non hanno infatti niente a che fare con le ballate medievali, e secondo alcuni studiosi furono semmai ispirate a quelle letterarie di Mickiewicz.
Qui Chopin crea una forma ampia, adattata alle sue necessità espressive, costruita spesso su scontri tra il versante sognante e quello drammatico della sua personalità (si consideri per esempio la celebre ballata op. 23 in sol minore).
Più di qualche revisore ha tentato di ricostruire gli aspetti di alternanza tematica, scovandovi gli stili della sonata, dello scherzo, del rondeau, ma sempre in indecifrabile mescolanza, supportati da una costante invenzione tematica senza pari nel repertorio chopiniano. 
Chopin lascia un testamento musicale di grandi proporzioni, che mostra un compositore attento a ogni minimo dettaglio, dotato di una creatività esplosiva e insieme di un inesorabile senso degli equilibri formali, oltre che di una espressività musicale che raramente ha trovato pari nella storia della musica.

Matteo Battistelli, sarà l'interprete al pianoforte ( che fu di Clemente Terni posto all'auditorium della Fondazione Ca Ri Fi, per la gentile concessione della vedova)  di questo meraviglioso Chopin.
Allievo di Maria Tipo presso la Scuola di Musica di Fiesole, ha ricevuto la borsa di studio della Fondazione Rudolf Serkin.
Si è laureato all'Università di Bologna e diplomato al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze con massimo dei voti, lode e menzione d'onore, ricevendo il premio speciale della Fondazione Silio Taddei di Livorno e la borsa di studio della Società Umanitaria di Milano riservata ai cinque migliori studenti dei conservatori di musica italiani.
Grazie al fortunato incontro con l'impresario Valentin Proczynski, del quale è stato assistente presso la Old and New Montecarlo, ha potuto osservare l'attività di straordinari musicisti come Riccardo Muti, Lorin Maazel, Martha Argerich, Zubin Mehta, Yuri Temirkanov, Esa-Pekka Salonen, Charles Dutoit.
Come consulente artistico ha promosso tournée in Italia del Bayerisches Staatsballett II, del Ballet Nice Méditerranée e dei Münchner Symphoniker con solisti quali Arabella Steinbacher, Ning Feng, Ilya Grubert e Nobuyuki Tsujii.
E' anche attualmente docente presso il Liceo Artistico Alberti-Dante di Firenze  e vincitore del concorso per dirigenti scolastici 2017.

Il concerto sarà presentato e commentato dallo stesso interprete che si cimenterà  per il bis in uno dei tanti altri brani famosi del compositore polacco.

Al termine come di consuetudine sarà offerto un aperitivo al pubblico presente in sala.

Biglietti direttamente dal sito o presso l'Auditorium 30 minuti prima del concerto. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Nuovo tour di Marco Mengoni: la data di Firenze

    • 19 novembre 2019
    • Nelson Mandela Forum
  • Cinque concerti nelle chiese di Firenze e dintorni

    • Gratis
    • dal 9 novembre 2019 al 17 maggio 2020
  • Modà in concerto a Firenze

    • 11 dicembre 2019
    • Nelson Mandela Forum

I più visti

  • Uffizi, Boboli e Palazzo Pitti a entrata gratuita: ecco le date

    • Gratis
    • dal 17 marzo al 30 novembre 2019
    • Galleria degli Uffizi
  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Torna il mercato di Natale in piazza Santa Croce

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • piazza Santa Croce
  • Santa Maria Novella: la mostra La Botanica di Leonardo

    • dal 13 settembre al 15 dicembre 2019
    • Complesso Santa Maria Novella
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento