Le meraviglie del giardino della Villa Medicea di Castello

Grazie alla recente collaborazione siglata con un Protocollo di Intesa tra il Polo museale della Toscana e il Comune di Firenze, che sostiene la valorizzazione delle Ville Medicee, dal 18 maggio, ogni sabato e domenica mattina, i visitatori potranno riscoprire le bellezze del Giardino della Villa medicea di Castello, realizzato da Cosimo I de’ Medici e primo esempio di giardino formale all’italiana. Le visite guidate gratuite, tenute dai mediatori culturali di MUS.E, arricchiscono così il programma delle celebrazioni previste per il Cinquecentenario di Cosimo I e Caterina de’ Medici.
​Durante il percorso di visita sarà possibile ammirare le straordinarie varietà botaniche di agrumi e le principali opere monumentali, tra cui la celebre Grotta degli animali, vero e proprio theatrum aquae, detta anche Grotta del Diluvio da Giorgio Vasari, tra i primi esempi di grotta artificiale.

Un luogo meraviglioso che dopo un lungo e complesso intervento di restauro a cura del Polo museale della Toscana e della Soprintendenza ABAP di Firenze, portato a termine nel 2018, torna ad essere nuovamente visibile agli occhi dei turisti nella sua integrità.

Il giardino della Villa di Castello, per il Vasari “il più ricco, il più magnifico et il più onorato giardino d’Europa”, è uno dei principali luoghi di meraviglia medicei. In effetti, grazie principalmente all’ingegno e alla fantasia di Niccolò Pericoli detto “Tribolo”, racchiudeva e racchiude una straordinaria varietà di bellezze, sorprese e bizzarrie nell’intreccio continuo fra natura e arte. Se la villa a Olmo di Castello era già appartenente alla famiglia Medici da metà Quattrocento, è proprio con Cosimo I che si ha un’importante ristrutturazione del terreno circostante, affidando al giardino il compito di glorificare la grandezza del nuovo duca e di Firenze. Ma di esaltare anche la natura e la sua ricchezza, secondo un preciso programma visivo che si sarebbe dispiegato fra viali, aiuole, statue, fontane, labirinti, fiori e piante.

Le visite consentiranno di ripercorrere, passo dopo passo, la storia e le forme del giardino cinquecentesco – con un’attenzione particolare all’incredibile Grotta degli animali – e di coglierne le trasformazioni nel corso dei secoli successivi fino ad arrivare a oggi.

Le visite si svolgeranno alle ore 9.30, 11.00 e 12.00 tutti i sabati e le domeniche dall’18 di maggio al 21 luglio. Dopo una pausa durante le settimane più calde dell’estate, le visite riprenderanno nei weekend di settembre, dal 7 al 29.

L’accesso alla Villa e le visite sono gratuite, la prenotazione è obbligatoria. Numero massimo di partecipanti 25 persone a visita.
Info e prenotazioni MUS.E, Tel. +39 055 2768224 – +39 055 2768558 / info@muse.comune.fi.it / musefirenze.it

N.B. La visita non è accessibile a persone con difficoltà motorie o problemi cardiaci. Le visite sono sospese in caso di pioggia. Le visite guidate sono specificatamente dedicate al giardino, non ci sarà la visita guidata all’interno della villa. Per le visite all’interno della villa visitare il sito: accademiadellacrusca.it

Scopri di più sulla Villa di Castello sul sito del Polo Museale della Toscana
La villa di Castello si trova in Via di Castello n.44. La zona è raggiungibile anche con i mezzi pubblici, linee ATAF n.2 e n.28

Il calendario da giugno a settembre

29-30 giugno
6-7 luglio
13-14 luglio
20-21 luglio
7-8 settembre
14-15 settembre
21-22 settembre
28-29 settembre

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Hobby, potrebbe interessarti

  • Dalla mia finestra: il concorso fotografico al tempo del Coronavirus

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 27 aprile 2020
    • La Toscana del Cuore

I più visti

  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 febbraio al 2 giugno 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Palazzo Strozzi, la mostra di Tomás Saraceno

    • dal 22 febbraio al 19 luglio 2020
    • Palazzo Strozzi
  • Cinque concerti nelle chiese di Firenze e dintorni

    • Gratis
    • dal 9 novembre 2019 al 17 maggio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento