Storia di Babar l'elefantino

La storia di Babar torna a teatro, uno spettacolo che è metafora della ricerca della propria identità, che insegna ad ascoltare, ad ascoltarsi e, perché no, a divertirsi. Musica e parole si intrecciano: sul palco gli attori Mattia Fornabaio e Laura Iachetta, e il pianoforte di Ilaria Posarelli, con musiche originali di F. Poulenc.

Ricca metafora della ricerca della propria identità e riflessione sulla civiltà moderna.

Il piccolo Babar fugge dalla foresta dopo che un cacciatore ha ucciso la sua mamma. Sperduto e confuso arriva in città, dove incontra una vecchia signora gentile che lo accoglie nella sua casa e gli mette a disposizione tutti i suoi beni. Dopo aver vissuto per un po' felice e aver conosciuto tanti cari amici, Babar però sente nostalgia e decide di ritornare nella grande foresta...

Sabato 22 febbraio al teatro dell'Affratellamento.

È CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE:
339 723 6546 (anche tramite messaggio WhatsApp).
Email: ilariaemattiapresentano@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • In sua movenza è fermo

    • dal 12 gennaio al 5 aprile 2020
    • Teatro della Pergola
  • Serata di beneficenza al Teatro Puccini per il progetto “Il Filo di Arianna”

    • 18 aprile 2020
    • Teatro Puccini
  • Enrico Brignano a Firenze con Un'ora sola vi vorrei

    • dal 16 al 19 aprile 2020
    • Teatro Verdi

I più visti

  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 febbraio al 2 giugno 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Palazzo Strozzi, la mostra di Tomás Saraceno

    • dal 22 febbraio al 19 luglio 2020
    • Palazzo Strozzi
  • Cinque concerti nelle chiese di Firenze e dintorni

    • Gratis
    • dal 9 novembre 2019 al 17 maggio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento