Marina Abramović, la mostra a Palazzo Strozzi

FUORIMOSTRA

Al fine di esaltare la fondamentale rete di collaborazioni con musei e istituzioni del territorio, Palazzo Strozzi propone il fuorimostra di Marina Abramović: un itinerario tra luoghi di Firenze e della Toscana che si pone l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio, pubblicato in formato digitale e cartaceo.

FIRENZE
Museo dell’Opera del Duomo
Accademia di Belle Arti di Firenze
DIDA Dipartimento di Architettura
L’Eredità delle Donne
Fondazione Teatro della Toscana
Gucci Garden
Le Murate. Progetti Arte Contemporanea
Museo Novecento
PIA – Palazzina Indiano Arte
Piazza Santo Spirito
Polimoda
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Villa Romana

MOSTRA PRESSO DIDA DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA

Nella preparazione della mostra a Palazzo Strozzi Marina Abramović ha espresso la necessità di lavorare su un modello fedele degli spazi (Piano Nobile e Strozzina) in cui inserire le riproduzioni in scala delle opere e pianificare nei minimi dettagli lo sviluppo del percorso espositivo. La richiesta ha permesso di avviare una collaborazione tra Fondazione Palazzo Strozzi e DIDA Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Firenze. Il laboratorio di modelli del DIDA ha fornito una consulenza tecnica e ha avviato un workshop con un gruppo di studenti per la realizzazione del modello di Palazzo Strozzi. Il risultato del lavoro viene presentato, dall’8 ottobre al 9 novembre nella Galleria di Santa Verdiana (piano terra, DIDA, via della Mattonaia 8) corredato da una selezione di immagini di Marina Abramović, ritratta durante la progettazione dell’allestimento.

ATTIVITÀ EDUCATIVE

Anche in occasione della mostra Marina Abramović. The Cleaner il Dipartimento Educazione della Fondazione Palazzo Strozzi ha progettato una serie di attività dedicate a famiglie, scuole, università, giovani e adulti, con una particolare attenzione all’inclusione delle persone con disabilità. Alla luce di alcuni contenuti sensibili della mostra, sono stati appositamente individuati percorsi idonei per le diverse età e tipologie dei visitatori.

ATTIVITÀ PER FAMIGLIE

Laboratori per famiglie Attività pensate per condividere l’arte in famiglia: attraverso la partecipazione di bambini e genitori si osservano alcune opere nelle sale della mostra; l’attività in laboratorio completa l’esperienza e invita a sperimentare usando la creatività. Per famiglie con bambini da 3 a 6 anni: Oggetti magici 17 ottobre, 7 novembre, 19 dicembre, 16 gennaio dalle 17.00 alle 18.00; per famiglie con bambini da 7 a 12 anni: Vestirsi d’energia ogni domenica dalle 10.30 alle 12.30. Prenotazione obbligatoria. Le attività sono gratuite con il biglietto di ingresso alla mostra. Prenotazioni: tel. 055 2469600 prenotazioni@palazzostrozzi.org

ATTIVITÀ PER GIOVANI E ADULTI

Kit Mostra Il Kit è uno strumento dedicato ai giovani (14+) e agli adulti che vogliono visitare la mostra da soli o in gruppo, che amano la creatività e mettersi in gioco. Con il Kit è possibile disegnare, prendere appunti, scoprire la storia della Performance Art, concedersi il tempo di osservare e ascoltare, conoscere la biografia di Marina Abramović e immergersi nel lavoro di questa affascinante artista. Il Kit è formato da un libro con approfondimenti, materiali per disegnare e per sperimentare con l’arte, il tutto contenuto in una borsa appositamente realizzata da Wanny di Filippo – Il Bisonte. Il Kit Mostra è sempre disponibile gratuitamente al Punto Info della mostra.
Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Pausa d’arte: una speciale pausa pranzo dedicata all’arte

Ogni settimana un approfondimento dedicato alla carriera di Marina Abramović: dalle performance in coppia con Ulay, ai premi internazionali, fino alla creazione di opere realizzare in collaborazione con il pubblico. Una pausa di 30 minuti per dedicarsi all’arte della grande artista serba, guidati dagli studenti del corso di laurea di Didattica per i musei dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Tutti i mercoledì, ore 13.30-14.00, a partire dal 3 ottobre. Senza prenotazione. Progetto realizzato in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Firenze e con il supporto di Unicoop Firenze. Visite per singoli e gruppi di adulti Per visitatori singoli e gruppi di adulti è possibile partecipare a visite in mostra. La visita alla mostra può essere associata anche a itinerari in altri musei e luoghi della città di Firenze. I
nfo e prenotazioni: tel. +39 055 2469600 / prenotazioni@palazzostrozzi.org

SPECIALE SCUOLE

PER GLI INSEGNANTI

Visita-incontro gratuita La visita-incontro permette di anticipare i contenuti delle visite, dei laboratori e delle iniziative rivolte alla scuola oltre a fornire una lettura per avvicinarsi alle opere in mostra. Per gli insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria: lunedì 24 settembre, ore 15.00, 16.00 e 17.00. Per gli insegnanti di scuola secondaria di primo grado: mercoledì 26 settembre e lunedì 1 ottobre, ore 15.00, 16.00 e 17.00. Per gli insegnanti della scuola secondaria di secondo grado: venerdì 21 settembre, mercoledì 3 ottobre e giovedì 4 ottobre, ore 15.00, 16.00 e 17.00. Gli incontri si tengono a Palazzo Strozzi e le visite guidate sono riservate ai docenti che intendono accompagnare le proprie classi alla mostra.

Prenotazione obbligatoria: tel. + 39 055 2469600 - prenotazioni@palazzostrozzi.org

PER LE CLASSI

Visita in mostra. Il percorso viene calibrato per le diverse fasce d’età. L’attività dura un’ora e mezza e il costo è di € 52,00 (per gruppi di massimo 25 studenti), non comprensivo del biglietto di ingresso (€ 4,00 a studente). In occasione della mostra Marina Abramović. The Cleaner la proposta didattica della visita senza laboratorio è dedicata alle sole classi della scuola secondaria di primo e di secondo grado. Visita + laboratorio creativo (per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado e secondo grado).
Al percorso in mostra e all’osservazione di alcune opere e sale selezionate in base all’età dei partecipanti, si affianca un’attività di laboratorio che consente a ciascun partecipante di rielaborare in modo personale gli stimoli emersi durante la visita. L’attività, calibrata per le diverse fasce d’età, dura due ore (un’ora e mezza per l’infanzia) e il costo è di € 72,00 (per gruppi di massimo 25 studenti), non comprensivo del biglietto di ingresso (€ 4,00 ad alunno, gratuito minori 6 anni). Per i bambini della classi 4a e 5a della scuola primaria è previsto anche un incontro introduttivo in classe per preparare le classi alla visita e all’attività di laboratorio in mostra.
La forza delle emozioni (alunni della scuola dell’infanzia a partire dai 4 anni, classi 1a, 2a e 3a della scuola primaria): in molte opere Marina Abramović propone l’uso di oggetti come cristalli e cappelli che secondo l’artista servono a raccogliere le energie della natura che ci circondano e a metterle in relazione con la nostra energia interiore. Dopo aver scoperto questi oggetti misteriosi presentati nella mostra, i bambini parteciperanno a un laboratorio dedicato alla forza delle emozioni e alla loro rappresentazione attraverso l’uso del corpo e di oggetti da realizzare insieme.
Come diventare un’opera d’arte (classi 4a e 5a della scuola primaria): Marina Abramović è la più nota artista performativa vivente e tra le prime artiste ad aver utilizzato direttamente il proprio corpo nelle sue opere. L’attività è suddivisa in due momenti: il primo in classe è dedicato al rapporto tra la performance e le altre forme d’arte come la scultura e la pittura della durata di circa 2 ore; il secondo si svolge a Palazzo Strozzi, durante il quale gli alunni conosceranno alcune delle opere dell’artista collegate alla sua storia personale e potranno svolgere alcuni esercizi di utilizzo del corpo come strumento espressivo.
Mettersi in mostra (scuola secondaria di primo grado): durante la sua carriera artistica Marina Abramović ha trasformato la sua storia personale (la famiglia, gli amori) e la storia del suo paese (il regime, le guerre) in opere suggestive in cui il corpo dell’artista è l’unico mezzo espressivo. Gli studenti osserveranno una selezione di opere scoprendo il percorso e la preparazione a cui si sottopone l’artista per realizzare le sue performance. Al termine la classe sarà accompagnata in una serie di esercizi in laboratorio dedicati all’uso e all’esposizione del proprio corpo in una riflessione trasversale che toccherà temi di attualità come l’uso della propria immagine nell’era di internet e della comunicazione digitale.
Corpi in azione (scuola secondaria di secondo grado): le classi interessate potranno aggiungere alla visita dialogica della mostra una parte finale in laboratorio dove poter approfondire l’uso del corpo fatto da Marina Abramović nelle sue opere attraverso esercizi dedicati all’uso dello sguardo e del corpo come mezzo di relazione con gli altri.

PROGETTI SPECIALI

Educare al presente

L’arte contemporanea nelle scuole 2018-2019: ambiente e risorse Prosegue anche per l’anno scolastico 2018-2019 l’offerta di Palazzo Strozzi per le scuole secondarie di secondo grado della Toscana dedicata al rapporto tra arte contemporanea e temi di attualità con un focus specifico sul rapporto con il territorio, l’ambiente e la gestione delle risorse. I percorsi in classe sono tenuti da educatori formati sui temi dell’arte contemporanea e da esperti delle diverse discipline. Il progetto è realizzato in collaborazione con Regione Toscana e con il supporto di Publiacqua e Water Right and Energy Foundation.

Alternanza scuola-lavoro a Palazzo Strozzi

In concomitanza con l’anno scolastico 2018-2019 la Fondazione Palazzo Strozzi attiva per il terzo anno consecutivo un percorso di Alternanza scuola-lavoro di durata annuale. Il progetto coinvolgerà quattordici studenti frequentanti il quarto anno di due istituti scolastici superiori fiorentini a partire da ottobre 2018 e culminerà con un evento serale dedicato ai giovani under 35 previsto per la primavera del 2019 e realizzato in collaborazione con gli studenti partecipanti al progetto.

UNIVERSITÀ E ACCADEMIE D’ARTE

PER I DOCENTI

Visita-incontro gratuita La Fondazione Palazzo Strozzi organizza due visite introduttive alla mostra Marina Abramović. The Cleaner dedicati ai docenti universitari e ai coordinatori didattici interessati a organizzare visite guidate e laboratori in mostra da integrare nei propri corsi. Durante gli incontri i docenti visiteranno la mostra insieme ai responsabili del Dipartimento Educazione di Palazzo Strozzi che accompagneranno il gruppo e forniranno una lettura utile per avvicinarsi e approfondire i contenuti della mostra. La visita è riservata ai docenti e coordinatori didattici: martedì 25 settembre, ore 17.30; venerdì 5 ottobre, ore 16.00. Gli i ncontri si tengono a Palazzo Strozzi.

Prenotazione obbligatoria: edu@palazzostrozzi.org Visite in mostra. Progettate per valorizzare le competenze personali e le capacità di analisi e lettura delle opere esposte.

L’attività dura un’ora e mezza e il costo è di € 72,00 (per gruppi di massimo 25 studenti), non comprensivo del biglietto di ingresso (€ 4,00). Prenotazione obbligatoria: tel. + 39 055 2469600 - prenotazioni@palazzostrozzi.org Language through the Art: speciale laboratorio per università straniere e scuole di lingua per imparare la lingua italiana attraverso una visita dialogica alla mostra. Il costo della visita è di € 52,00 a gruppo (max 10 studenti), non comprensivo del biglietto di ingresso (€ 4,00). Prenotazione obbligatoria: tel. + 39 055 2469600 - prenotazioni@palazzostrozzi.org Formazione Wikipedia. In occasione della mostra Marina Abramović. The Cleaner la Fondazione Palazzo Strozzi propone un nuovo corso di formazione dedicato all’uso di Wikipedia con un approfondimento inerente la Performance Art. Il corso di formazione è strutturato in modo da offrire agli studenti universitari un approccio teorico e pratico all’uso di Wikipedia. Durante gli appuntamenti saranno approfonditi vari aspetti, dalla ricerca bibliografia attraverso database e archivi digitali, alle problematiche inerenti la gestione delle immagini secondo le diverse tipologie di diritti d’uso, fino alla comunicazione e divulgazione dell’arte attraverso una piattaforma online.

Il progetto dell’autunno 2018 ha come obiettivo l’avvio di una ricerca su contenuti storico artistici inerenti la Performance Art, e la successiva restituzione e divulgazione su Wikipedia attraverso la creazione di voci dedicate. Il progetto è realizzato in collaborazione con MAB Toscana, WIKIMEDIA Italia e il Dipartimento SAGAS – Università degli Studi di Firenze. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org Performing for the Camera Il progetto, dedicato agli studenti delle accademie d’arte di Firenze (italiane e internazionali), nasce dall’idea di usare la mostra di Palazzo Strozzi come terreno di ricerca sul rapporto tra fotografia e performance, finalizzato alla produzione di nuove opere d’arte e alla realizzazione di una pubblicazione. L’attività, che avrà uno sviluppo di tre mesi, permetterà agli studenti di avvicinarsi allo stretto legame tra performance e fotografia analizzandone le relazioni e le specificità dei due ambiti disciplinari. Il tema offrirà agli studenti una panoramica sulla fotografia utilizzata come strumento di documentazione di performance, o praticata come atto performativo di per sé, da interpretare e applicare nel proprio ambito di ricerca artistica. Nella fase successiva le opere create dagli studenti diventeranno il materiale per la realizzazione di una pubblicazione a cura degli stessi studenti. Il progetto è realizzato in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Firenze, LABA – Libera Accademia di Belle Arti, Syracuse University, SACI College of Art and Design, SRISA International School of Art. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

PROGETTI DI ACCESSIBILITÀ

A più voci. Un progetto per le persone con Alzheimer e per chi se ne prende cura

A più voci è il progetto della Fondazione Palazzo Strozzi dedicato alle persone con Alzheimer, ai loro familiari e agli operatori che se ne prendono cura. Il programma si svolge in collaborazione con educatori geriatrici specializzati e offre la possibilità di esprimersi attraverso l’arte. Invitando a fare ricorso all’immaginazione e non alla memoria, alla fantasia e non alle capacità logico-cognitive, si valorizzano le capacità comunicative di ognuno. Dal 2016 alcuni artisti sono stati invitati a sviluppare una proposta prendendo ispirazione dalle opere esposte in mostra a Palazzo Strozzi e concentrandosi sulla relazione tra le persone con Alzheimer e i loro accompagnatori. Dopo Virginia Zanetti e Cristina Pancini, per la mostra Marina Abramović. The Cleaner il progetto si svolge in collaborazione con l’artista Marina Arienzale. Incontro di presentazione: 25 settembre ore 15.00. Per informazioni e prenotazioni: e du@palazzostrozzi.org Sfumature. Un progetto dedicato a ragazzi con disturbi dello spettro autistico Sfumature è il progetto che Palazzo Strozzi dedica ai giovani dai 15 ai 20 anni affetti da disturbi dello spettro autistico. Ogni mese viene organizzato un appuntamento condotto da educatori museali ed educatori professionali che accompagneranno i partecipanti a scoprire alcune delle opere della mostra. Le attività e gli stimoli proposti sono progettati insieme agli utenti e agli educatori del Centro Casadasé (Associazione Autismo Firenze).

Per informazioni e prenotazioni: edu@palazzostrozzi.org

Connessioni

Connessioni è il progetto di Palazzo Strozzi pensato per rendere accessibili le mostre anche gruppi di persone con disabilità (fisica, psichica a cognitiva). Il programma si struttura in visite dialogiche, calibrate in base alle caratteristiche del gruppo, che prevedono l’osservazione di una selezione di opere e il coinvolgimento attivo dei partecipanti. Prima dell’attività viene organizzato un colloquio tra gli accompagnatori del gruppo e il Dipartimento Educazione per calibrare tempi e modalità della visita. All’inizio e al termine di ogni mostra sono organizzati due incontri aperti a tutti gli operatori socio sanitari (educatori, psicologi e terapisti) per presentare il progetto in relazione all’esposizione in corso, per valutare insieme le attività concluse e progettare insieme quelle future.

Per partecipare al progetto è necessario prenotare, i posti sono limitati. Incontro di presentazione: 4 ottobre ore 10.00. Informazioni e prenotazioni: edu@palazzostrozzi.org

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 28 giugno 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Palazzo Strozzi, la mostra di Tomás Saraceno

    • dal 22 febbraio al 19 luglio 2020
    • Palazzo Strozzi
  • La storia dei Nirvana e del grunge in mostra a Firenze

    • dal 7 marzo al 14 giugno 2020
    • Palazzo Medici Riccardi

I più visti

  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 28 giugno 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • La corsa di "auto" più pazza del mondo arriva a Firenze

    • 7 giugno 2020
    • Piazzale Michelangelo
  • Red Hot Chili Peppers al Firenze Rocks

    • 13 giugno 2020
    • Visarno Arena
  • Vasco Rossi al Firenze Rocks

    • 10 giugno 2020
    • Visarno Arena
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento