Esselunga, per i 60 anni mostra alla Leopolda: lotteria con 'carrello' da 25mila euro / FOTO

Il marchio nato a Milano celebra l'anniversario ripercorrendo la storia del consumo degli italiani, con oggetti di ogni sorta

Costumoni anni '60, riviste d'epoca, elettrodomestici di ogni sorta, tostapane, telefoni, ma anche alcuni vecchissimi computer, il Game Boy, il Sega Master System, capi di vestiario. E' un piccolo elenco - preso in prestito da collezionisti privati e musei -, di ciò che è esposto alla Leopolda da Esselunga, che, dopo la mostra di Milano, celebra anche a Firenze i 60 anni dalla nascita del gruppo, fondato nel 1957 da Bernardo Caprotti, l'imprenditore morto nel 2016.

Gli orari della mostra

All'ingresso dell'esposizione, i visitatori sono accolti da tre vecchi registratori di cassa, con addette vestite con le divise dell'epoca. Poi una serie di ambienti, con l'ingresso che rappresenta fedelmente l'immagine del primo supermercato aperto a Milano (oggi si contano 156 Esselunga in tutta Italia, di cui 30 in Toscana e 9 a Firenze, a partire dal primo in via Milanesi, tuttora aperto, nel 1961).

Poi si passa attraverso altre sale che espongono i prodotti più in voga e che fecero tendenza negli anni '60/'70, gli anni '80, gli anni '90. Tra le curiosità, lo 'zootropio', un particolare dispositivo ottico che mostra le preparazione delle lasagne. “Una nostra ricetta cult”, dice Giovanni Merante, dirigente del settore marketing, questa mattina alla presentazione alla stampa.

La mostra aprirà invece al pubblico mercoledì 28 marzo e resterà aperta fino al 21 aprile (ingresso gratuito, orario 10-19 tutti i giorni e sabato fino alle 20).

Una sala è dedicata alla comunicazione, con le raffigurazioni delle campagne di Armando Testa. C'è poi l'ambiente dedicato all'oggi, con un focus sulla filiera produttiva. “Siamo orgogliosi di produrre in prima persona i nostri prodotti. In Toscana il pecorino di Manciano, le verdure e la frutta in Maremma e il pesce di Porto Santo Stefano, oltre a pasta fresca, dolci, sushi e altro ancora”, spiega Merante.

"In Toscana abbiamo il 17,1% della quota di mercato della grande distribuzione", prosegue Merante. L'obiettivo del gruppo è accorciare il gap con Coop, che ancora nella nostra Regione fa la parte del leone.

Nell'ultimo ambiente dell'esposizione la storia recente del marchio, dall'introduzione, come primo gruppo, della spesa on line nel 2001 fino alle donazioni effettuate per restauri e plessi scolastici. Non poteva mancare il concorso a premi per i possessori delle 'Carte Fidaty' (5,5 milioni in Italia e 900mila in Toscana): con l'estrazione del 3 maggio prossimo chi è passato alla mostra con la propria carta fedeltà potrà vincere un 'carrello-d'oro' del valore di 25mila euro. Saranno assegnati anche 60 buoni spesa da 2mila euro ciascuno.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Ondata di caldo: codice rosso oggi a Firenze

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento