Mare di Jon Fosse alla Limonaia

Al Teatro della Limonaia va in scena lo spettacolo di Jon Fosse "Mare" il 19 ottobre ore 22.30.

Sei personaggi su una barca in mezzo al mare,che forse c'è e forse no,ci raccontano con un testo estremamente aperto e ridotto all'essenziale l'essere umano con tutte le sue contraddizioni e indeterminazioni. La paura o la meraviglia di scomparire.
Una coreografia di anime sui tempi diluiti di uno spazio onirico tra vita e morte, esistente e inesistente al contempo.
L'atmosfera tra costellazione familiare e messa in scena di una partitura musicale si gioca su pochissimi elementi: frasi aperte che si incrociano, dialoghi sovrapposti, interrotti, ignorati poi ripresi con nuovi sorprendenti possibili significati, per farci sentire tutti gli strati della dimensione umana.
Il capitano della nave, un suonatore di chitarra, una coppia di giovani e una coppia di anziani danno voce all'incapacità di raggiungersi e all'anelo profondo al contatto umano, alla ricerca di una definizione della propria identità tra l'affermazione e la fuga. Con un ripetitivo e cangiante vedersi/non vedersi, riconoscersi/non riconoscersi le coppie di amici, innamorati, sposi, genitori e figli in tutte le varie combinazioni si rallegrano di (ri)trovarsi, poi si (ri)abbandonano e si (ri)cercano. Una vastità indeterminata di solitudine e incomunicabilità che si afferra aduna sola certezza: il comandante comanda e il suonatore suona. Forse.

Jon Fosse, scrittore e drammaturgo norvegese, tradotto in più di quaranta paesi è autore di romanzi, racconti, saggi, poesie e opere per il teatro. Oltre ai numerosi premi e riconoscimenti ottenuti in Patria, nel 2003 gli viene conferito il Cavalierato in Francia, e nel 2010 vince il Premio Ibsen per il Teatro, nel 2014 il Premio Europeo per la Letteratura. Secondo il Daily Telegraph, Jon Fosse merita di figurare tra i 100 geni viventi in tutto il mondo, più volte è stato fatto il suo nome come possibile vincitore del Premio Nobel per la Letteratura. In Italia i suoi testi sono editi da Editoria&Spettacolo, Titivillus, Fandango, La nave di Teseo. Le sue opere sono state rappresentate da registi internazionali tra i quali Patrice Chereau, Jaques Lassalle, Thomas Ostermeier, Claude Régy, in Italia da Valter Malosti, Valerio Binasco, Sandro Mabellini.
Jon Fosse è stato presentato per la prima volta in Italia dal Festival Intercity nel 2001.

Dimitri Milopulos regista, scenografo, costumista, autore, attore, grafico. Nel 1988 fonda insieme a Barbara Nativi e altri collaboratori il Teatro della Limonaia e il Festival Intercity di cui è direttore artistico dal 2005.Dirige - oltre ai propri - testi di Barbara Nativi, David Ireland, Gaspare Baglio, Dimitri Dimitriadis, Letizia Russo e firma le scene di più di 50 produzioni su testi di autori come Sarah Kane, Jon Fosse, Jean-Luc Lagarce, Sergi Belbel, Barbara Nativi, Michel Tremblay, Martin Crimp, Michel Marc Bouchard, collaborando con registi come: Barbara Nativi, Irene Aho, Jon Tombre, Rickard Günther, Roxana Silbert, Dominic Dromgoole, David Ferry, Runar Hodne.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Notre Dame de Paris al Mandela

    • dal 28 novembre al 1 dicembre 2019
    • Nelson Mandela Forum
  • Amici della Musica Firenze: il programma di novembre

    • dal 1 al 30 novembre 2019
    • Teatro della Pergola
  • Momix, al teatro Verdi con Alice

    • dal 19 al 27 novembre 2019
    • Teatro Verdi

I più visti

  • Uffizi, Boboli e Palazzo Pitti a entrata gratuita: ecco le date

    • Gratis
    • dal 17 marzo al 30 novembre 2019
    • Galleria degli Uffizi
  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 novembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Santa Maria Novella: la mostra La Botanica di Leonardo

    • dal 13 settembre al 15 dicembre 2019
    • Complesso Santa Maria Novella
  • Torna il mercato di Natale in piazza Santa Croce

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • piazza Santa Croce
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento