Food, en plein toscano per il Best Plate Challenge della World Gourmet Society

La finale italiana al pasticcere di Contrada (Castel Monastero). Sul podio anche Cipriani (Essenziale) e Bottasso (Artimino). Sei italiani su dieci sono in lizza per la vittoria della competizione internazionale a Monaco

Nella foto Gabriele Vannucci ritira il primo premio

En plein per chef toscani alla finale nazionale del Best Plate Challenge, la gara indetta dalla World Gourmet Society, la piattaforma internazionale che riunisce oltre 50mila chef, critici e appassionati di food & wine in tutto il mondo. Firenze è stata scelta per ospitare la finale nazionale del Best Plate Challenge, e ieri pomeriggio il presidente mondiale Matthias Tesi Baur ha consegnato i premi ai dieci chef italiani vincitori del primo premio assoluto e dei premi di categoria. Insieme a lui Andy Hayler, l’unico critico gastronomico al mondo ad aver visitato tutti i ristoranti 3 stelle Michelin del pianeta, e l’ambasciatore globale Armando Cristofori che in questi mesi vive proprio a Firenze.
 
A trionfare è stato Gabriele Vannucci, pastry chef del “Contrada” a Castel Monastero (Castelnuovo Berardenga, SI), seguito da Simone Cipriani di “Essenziale” (Firenze) e Michela Bottasso del “Biagio Pignatta” (Artimino, PO). Il premio per la giuria social è andato a Edoardo Tilli di “Podere Belvedere” (Pontassieve), quello della stampa italiana a Gabriele Andreoni di “Gurdulù” (Firenze) e quello della giuria WGS ad Andrea Perini di “Al 588” (Bagno a Ripoli, FI). Tra i premi di categoria, successo per Cristoforo Trapani dell’hotel La Magnolia di Forte dei Marmi (Miglior piatto creativo), per Andrea Campani dell’Osteria del Borro a San Giustino Valdarno (Miglior piatto tradizionale), per Filippo Saporito della Leggenda dei Frati a Firenze (Miglior video creativo) e per Daniele Ceccarelli della Buoneria di Firenze (Video più divertente).
 
Sei di questi chef (Andreoni, Bottasso, Cipriani, Perini, Saporito, Vannucci) si uniranno ad altri quattro professionisti internazionali da Canada, Albania, Francia e Belgio per contendersi la vittoria della competizione internazionale che si terrà a novembre nel principato di Monaco.
L’evento fiorentino – che ha visto il saluto di rappresentanti istituzionali del Comune di Firenze, della Regione Toscana e delle associazioni di categoria - sancisce anche la nascita del club “Gourmet Toastmasters - Florence” (il primo del genere, in Italia) dedicato a chef e protagonisti del settore della ristorazione per insegnare loro a presentare in pubblico.
 
 Alla competizione, basata sul “miglior piatto” presentato da ogni chef in un video, hanno partecipato professionisti della ristorazione da Paesi di quattro diversi continenti, giudicati da una giuria tecnica formata da giornalisti della stampa di settore e da una giuria popolare composta dagli utenti di Facebook e Youtube, più una giuria speciale dei rappresentanti della giuria internazionale della World Gourmet Society.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento