Fabrizio De Andrè, venti anni dalla morte: tutti gli eventi a Firenze e provincia

Il padre di "Bocca di Rosa" e "La guerra di Piero" viene ricordato in città e non solo

"Questa canzone è stata scritta dal più grande poeta di tutti i tempi ... Fabrizio De Andrè". Così la Bandabardò nell'album Allegri ma non troppo introduce la loro versione di uno dei capolavori del cantautore genovese: "Un giudice". 

Venti anni fa moriva Fabrizio De Andrè. Scrittore anzitutto, critico sempre con il presente e studioso del passato (è l'autore di brani come Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers). Le sue canzoni sono testi che entrano nell'anima. La sua penna e le sue melodie sono un esempio per coloro che si avvicinano alla musica.

De Andrè era genovese, nato il 18 febbraio del 1940. E' morto l'11 gennaio 1999 a soli 49 anni a causa di un carcinoma. A Firenze gli è stata dedicate una via e una biblioteca.  

Gli eventi a Firenze

Questa sera alla sala Comparetti della Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze si terrà una serata dedicata a Fabrizio De André (piazza Brunelleschi, 4, ore 21). L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

All'auditorium Flog del Poggetto si esibiranno i Via del Campo, cover band ufficiale di De Andrè. Concerto a partire dalle 22, costo d'ingresso 10 euro. 

Gli eventi in provincia

Al teatro Giotto di Borgo San Lorenzo si terrà un concerto il 17 gennaio.  Il concerto prevede la collaborazione in più canzoni fra gruppi e realtà musicali diverse, per rendere uniche e originali le varie performance, le quali prevedono varietà sia negli strumenti che nelle voci: dalla chitarra, al flauto traverso, dal violino al basso, suonati con una scenografia che include la proiezione delle opere pittoriche nel momento dell’esecuzione dei brani musicali ad esse riferite per suscitare un andirivieni di emozioni, voci, suoni, attraverso la musica, l’arte e la cultura.
L’evento intende portare avanti un progetto attraverso diversi appuntamenti anche itineranti in teatro – di cui questo al Giotto sarà il primo appuntamento, in luoghi di cultura, nelle scuole, nella vita sociale per veicolare emozioni attraverso il pensiero di Fabrizio De André affinché anche le nuove generazioni possano farne tesoro e trarre ispirazione. Sarà prevista una bigliettazione con posti numerati per coprire le spese e per offrire in beneficenza all’associazione Artemisia, che opera sul territorio, il ricavato della serata.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

Torna su
FirenzeToday è in caricamento