Giovanni Allevi: "Quando ho perso l'equilibrio e ho riscoperto i miei sensi"

Il maestro Allevi ha presentato alla Feltrinelli Red il suo ultimo lavoro. A FirenzeToday ha raccontato dei due anni difficili che hanno portato alla realizzazione di Equilibrium

Adolescenti e signori, uniti dalla musica dal maestro Giovanni Allevi, si sono riuniti alla Feltrinelli Red in piazza della Repubblica il 24 ottobre. Allevi ha presentato il suo ultimo lavoro, "Equilibrium", che vede collaborazioni con l'Orchestra sinfonica italiana e con il pianista Jeffrey Biegel.

Il maestro, oltre a rispondere alle domande dei presenti, ha suonato tre brani: "Aria" ("Allevilive" del 2007) che non fa parte di Equilibrium ma che lo aiuta a "scacciare l'ansia", la nuova "Born to fly", una "canzone dedicata a tutti, perchè tutti devono poter volare e realizzare i propri sogni" e "No more tears".

Tra battute e risa non sono mancati momenti di serietà in cui Allevi ha parlato dei problemi di vista (durante un concerto in Giappone, l'ultimo della tournè nel paese, ha subito un distaccamento della retina ndr) che lo hanno costretto a lavorare al buio. Nel periodo di convalescenza, dopo l'operazione, ha composto molti brani tra cui "Scent of you", ovvero il profumo di te: "Al buio ho riscoperto l'importanza dell'olfatto, del tatto e dell'udito. Ho iniziato a riconoscere i miei amici dal rumore dei loro passi e dal loro profumo. Ho scoperto un nuovo modo di orientarmi". Ammette di non vedere bene e che si è dovuto abituare a suonare il pianoforte in questa nuova condizione. Fra un anno circa saprà se l'occhio avrà ripreso la completa funzionalità.

Giovanni allevi in concerto al teatro Verdi

Il pianoforte è stata la sua passione a partire dai 5 anni, quando i genitori chiudevano a chiave lo strumento e solo la sorella più grande poteva suonarlo. Allevi racconta che aveva scoperto dove tenevano la chiave e quando era solo in casa suonava. Da piccolo provava una grande scarica d'adrenalina mista a gioia: la stessa che prova ancora oggi quando in un teatro vede un pianoforte. E' proprio la sua passione per la musica che gli ha fatto superare i periodi in cui veniva stroncato dalla critica. "Ho sempre continuato a fare musica, non ho mai dato troppa importanza alla critica grazie a voi, il mio pubblico. La musica non ha a che fare con i numeri, ma con le persone".

A FirenzeToday ha raccontato che tra la sua musica e la sua vita non ci sono differenze e più la vita è difficile più la musica ne risente "ma in modo opposto, con positività. Forse la mia vita è sempre stata un momento che dal buio va alla luce". I due anni che sono seriviti per la relizzazione di Equilibrium sono stati segnati da eventi drammatici come l'aver vissuto in prima persona il terremoto del 24 agosto 2016 - quando si trovava nella sua casa di Ascoli Piceno -, l'essere rimasto illeso fisicamente ma non emotivamente in quanto i luoghi in cui aveva trascorso parte della sua infanzia erano stati distrutti. E i problemi fisici dovuti ad un'insofferenza generale che lo hanno portato ad avere problemi di equilibrio e di sonno e poi dal distaccamento della retina.

"Il terremoto ti scuote in ogni senso, tocca talmente tanto le persone che lo vivono che le porta a riscoprire un'umanità che spesso si pensa perduta. Si abbattono muri, si crede nella cooperazione e nella solidarietà: ci si dimentica della paura e della diffidenza".

L'album è nato in un'isola dell'Atlantico. "Scappavo da un modo di vivere che era diventato inquitante, non dall'Italia. Sono scappato dal sopravvento che internet e i social avevano preso sulla mia vita a discapito della salute". Il nome dell'isola rimane segreto, ma Allevi ci confida che è stata una scelta causale, voleva allontanarsi da tutto. Era fondamentale che fosse un luogo di pace dove poter ritrovare l'equilibrio. 

"Non voglio venire frainteso - specifica Allevi - , io l'equilibrio non l'ho trovato, ma in quei giorni ho capito quanto sia importante e ho sognato di chiamare così il mio nuovo album".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento