La Croce Rossa organizza una giornata formativa sulle manovre salvavita

L'appuntamento è per il 5 aprile in tutte le regioni. Tema dell'incontro: le manovre salvavita e la prevenzione del soffocamento nei bambini

Una manovra di primo soccorso fatta nel modo corretto può salvare un bambino dal soffocamento. Lo sanno quelli della Croce Rossa che per questo hanno organizzato per sabato 5 aprile una giornata informativa gratuita durante la quale si tratterà la prevenzione da ostruzione da corpo estraneo e le manovre salvavita pediatriche.

Secondo i dati riportato da CRI, sulle analisi Istat, il 27% delle morti classificate come “accidentali”, nei bambini fino a 4 anni, avviene per soffocamento causato dall’inalazione di un “corpo estraneo” e/o cibo. In Italia muore circa un bambino a settimana per questo motivo.

Negli ultimi anni la comunità medica internazionale ha evidenziato l’importanza della diffusione della conoscenza delle manovre salvavita tra la popolazione allo scopo di evitare che alcune situazioni diventino irreversibili. In virtù di questi principi, l’apprendimento delle manovre di disostruzione pediatrica da applicare in caso di necessità, risulta determinante soprattutto in ambienti quotidianamente frequentati da bambini come asili nido, scuole materne,  mense, centri sportivi, centri ricreativi e famiglie.

FIRENZE - A Firenze l’appuntamento sarà presso la Sede della Croce Rossa in Lungarno Soderini 11 dalle 9,30 alle 13,00 con Istruttori qualificati in Manovre di Disostruzione pediatrica.

 “La diffusione delle Manovre Salvavita Pediatriche rientra nell’ambito di un progetto di educazione sanitaria della Croce Rossa Italiana che si rivolge alle insegnanti di asili nido e scuole elementari, alle mamme, ai papà, ai nonni, alle baby sitter e a tutti coloro che quotidianamente interagiscono con bambini. Sempre più spesso accade che i più piccoli siano vittime dell’ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo, come cibo, palline di gomma giochi, caramelle, un evento che se, non prontamente trattato, in pochi minuti potrebbe evolvere in arresto respiratorio al quale segue l’arresto cardiaco. E’ importante, per evitare tali incidenti, diffondere il più possibile non solo le manovre salvavita con le tecniche di disostruzione e di rianimazione cardiopolmonare di base, ma anche prevenire che ciò possa accadere. Chi assiste ai primi momenti dell’evento di solito non è adeguatamente formato ad intervenire o a richiedere soccorsi qualificati. È possibile fare la differenza partecipando ai semplici eventi formativi proposti dalla Croce Rossa Italiana sul territorio nazionale e aperti a tutti” si legge nel comunicato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Vedere Richard Gere a Firenze: ecco come fare 

  • Fiorentina, Nardella: “Nuovo stadio a Campi? Mi opporrò con tutte le forze”

  • Incidente stradale in via Orsini: morta la donna investita sulle strisce

Torna su
FirenzeToday è in caricamento